Loading...

Klebsiella Pneumoniae in Gravidanza: ci sono rischi per il Bambino?

klebsiella_pneumoniae_2La Klebsiella Pneumoniae  è una delle infezioni più comuni durante la gravidanza.

Chiariamo cos’è la Klebsiella Pneumoniae e cosa accade in caso di Klebsiella durante una gravidanza.

Di cosa si tratta?

La Klebsiella Pneumoniae è solitamente presente nell’intestino e può migrare in altre zone generando un’infezione e infiammazioni quando trova un ambiente favorevole al suo sviluppo. Cattiva  igiene o difese immunitarie scarse possono aiutare le infezioni. Anche lo stress o particolari condizioni fisiche come la gravidanza possono aiutare l’insorgere di infezioni dovute alla Klebsiella.

Purtroppo è difficile evitare di contrarre infezioni causate da tale virus poiché il principale veicolo sono le mani, come spesso accade per ogni infezione. Il nostro consiglio è di lavarsi sempre le mani per almeno 40 secondi, pulendo bene tra le dita. Le infezioni provocate dalla Klebsiella Pneumoniae possono creare problemi al bambino solo se non trattate.

Bisogna fare attenzione anche dopo la nascita del bambino perché possono verificarsi infezioni da Klebsiella Pneumoniae anche in ambito ospedaliero. Tale agente patogeno è il responsabile della maggior parte delle infezioni che combatteremo nella nostra vita, essendo tale batterio presente praticamente ovunque. Data la facilità con cui insorgono problemi da Klebsiella Pneumoniae, possiamo fare ben poco per evitare contagi. Seguire le normali regole igieniche è la soluzione migliore per prevenire le infezioni.

I sintomi

Nonostante tutto È bene parlare dei sintomi più comuni di un’infezione da Klebsiella Pneumoniae. La Klebsiella Pneumoniae può provocare:

  • Infezioni respiratorie;
  • Infezioni alle vie urinarie;
  • Infiammazioni intestinali;
  • Infezioni delle orecchie o della gola;
  • Infiammazioni varie.

Utile nell’individuazione della Klebsiella Pneumoniae è l’esame tramite coltura. Se il test risulta positivo bisogna necessariamente debellare l’agente patogeno. Sempre seguendo le indicazioni del medico possiamo assumere farmaci che combattono le infezioni o, al bisogno, antibiotici. Per contrastare il batterio, oltre alla normale igiene e agli antibiotici, bisogna che entrambi i genitori facciano dei  controlli, questo per evitare recidive e ulteriori problemi. Essendo la Klebsiella Pneumoniae parte di un gruppo di agenti patogeni che a volte resistono agli antibiotici potreste trovarvi a dover capire come risolvere il vostro problema facendo un antibiogramma che permetterà al vostro medico di capire quale antibiotico è più utile a debellare il tipo di batterio da cui siete affetti.

La terapia

In ogni caso la preoccupazione eccessiva non aiuta perché può aumentare i livelli di stress. In caso di contagio, ascoltate le indicazioni del medico e per prevenire eventuali problemi seguite le norme igieniche e rafforzate il sistema immunitario. Ricordate infine che le infezioni da Klebsiella Pneumoniae sono molto comuni.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons