Loading...

La sensibilità al glutine? È più diffusa della celiachia

La sensibilità al glutine viene spesso confusa con la celiachia, tuttavia si tratta di due cose completamente diverse e, negli ultimi anni, la prima si sta diffondendo più della seconda.

Ma quali sono le differenze più importanti tra la sensibilità al glutine e la celiachia? Come facciamo a riconoscerle? Perché la sensibilità al glutine si sta diffondendo più della celiachia? Se stai cercando una risposta a tutte queste domande, allora ti consigliamo di andare avanti con la lettura dell’articolo.

Perché la sensibilità al glutine è più diffusa della celiachia?

Il motivo vero e proprio per cui la sensibilità al glutine si sta diffondendo più della celiachia, ad oggi, non ci è conosciuto, ma certo è che il numero di chi soffre di sensibilità al glutine è nettamente superiore a quello di chi soffre di celiachia.

Oggi abbiamo deciso di fare chiarezza tra queste due condizioni in quanto, a causa dei sintomi molto simili con i quali si manifestano, vengono spesso confuse tra loro.

Infatti, essere sensibili al glutine significa manifestare sintomi molto simili a quelli della celiachia e, se non viene identificata e non si corre ai ripari, questa condizione può debilitare notevolmente chi ne soffre. Andiamo quindi a vedere di cosa si tratta nello specifico.

Che cos’è la sensibilità al glutine? Come la riconosciamo?

Come abbiamo già detto nel paragrafo precedente, quando si parla di sensibilità al glutine ci si riferisce ad una condizione molto simile alla celiachia, ma solo per quanto riguarda i sintomi.

Infatti la sensibilità al glutine è quella condizione in cui si manifestano i sintomi della celiachia ma, dagli esami di controllo, si esclude la diagnosi di questa malattia e dell’allergia al grano.

Inoltre, chi soffre di sensibilità al glutine trae giovamento da una dieta priva di questa sostanza che, purtroppo, si trova in moltissimi alimenti come il pane, la pasta, i prodotti da forno in generale e via dicendo.

Per riconoscere la sensibilità al glutine, quindi, facciamo riferimento ai seguenti sintomi:

  • Diarrea o stipsi;
  • Affaticamento;
  • Dolori e gonfiori a livello addominale;
  • Mal di testa;
  • Sensazione di avere la mente annebbiata;
  • Dermatiti, come gli arrossamenti, il prurito, eccetera.

Tuttavia, anche se riconosciamo i sintomi della sensibilità al glutine, sarebbe opportuno recarsi dal medico per una diagnosi, così da poter escludere la celiachia che, come abbiamo detto, è molto simile. Andiamo a vedere nel prossimo paragrafo come funziona, invece, nel caso della celiachia.

Che cos’è la celiachia? Come la riconosciamo?

Quando si parla invece di celiachia, ci si riferisce sempre ad una intolleranza al glutine, che, però, è permanente. Più precisamente, la celiachia non viene considerata come una malattia, ma come una condizione determinata da diversi fattori, tra cui anche quello genetico.

Per capire se siamo affetti dalla celiachia, dobbiamo far riferimento agli stessi sintomi della sensibilità al glutine e recarci dal medico per fare tutti gli esami necessari alla diagnosi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons