Loading...

Labbro Leporino: quali sono le cause? Come prevenirlo?

labbro leporinoLa labioschisi  è una malformazione del labbro superiore che si manifesta con una sorta di fessura più o meno estesa. Talvolta questa malformazione lascia un’apertura anche nel palato e nelle gengive (labiopalatoschisi) e, a seconda della gravità, può arrivare fino alle fosse nasali. Questa malformazione è volgarmente detta “labbro leporino”.

Nel caso in cui la fessura sia solo sul palato, si avrà una palatoschisi e nel caso in cui il problema sia solo al labbro, la malformazione sarà conosciuta come labioschisi. Le malformazioni più gravi interessano labbro, naso e gengive oltre che il palato e vengono chiamate labiopalotoschisi.

Cause e prevenzione

Le cause non sono ancora del tutto note, ma se ci sono casi di “labbro leporino” in famiglia è probabile che il problema si ripresenti. Pare che il labbro leporino abbia natura ereditaria. In altri casi la malformazione è dovuta alla combinazione di vari fattori: abuso di fumo, alcol e farmaci oltre che alcune infezioni durante la gravidanza, possono provocare la malformazione al nascituro, soprattutto se durante il primo trimestre di gestazione.

L’acido folico può aiutare a prevenire le malformazioni soprattutto durante i primi mesi della gravidanza. Se la terapia viene eseguita troppo tardi, non potrà prevenire eventuali problemi perché le malformazioni alla bocca si presentano entro il terzo mese.

L’ecografia prenatale può essere fondamentale per diagnosticare il problema di labbro leporino nel nascituro. In questo modo potrete iniziare a capire come fare per operare il piccolo (appena sarà possibile) e minimizzare i disagi dovuti alla patologia. Non è semplicemente un problema estetico, anche l’alimentazione e la respirazione possono risentirne. In zone del pianeta particolarmente povere, la malformazione può addirittura risultare fatale per il bambino.

Ovviamente se la malformazione è lieve, i problemi saranno minimi anche prima di un’operazione chirurgica; in casi gravi il bambino può non riuscire ad alimentarsi già da subito. Inizialmente, per non esporre il bambino a traumi che gli sarebbero dannosi, si possono usare delle protesi che chiudano le aperture e aiutino il bimbo a mangiare.

In seguito poi, l’operazione chirurgica di correzione sarà di certo necessaria.

Interventi chirurgici

Gli interventi richiedono la chiusura della fessura nel labbro o in altri casi anche nel palato, nel naso e nelle gengive. In genere sono necessari almeno un paio di interventi per eliminare la malformazione (a seconda della gravità dei casi). Si prevede anestesia generale e il bambino deve aver raggiunto un certo peso e almeno i quattro o sei mesi di età.

In casi particolarmente gravi ed estesi bisogna intervenire più a fondo ripristinando anche il palato duro. I bambini non possono essere operati fino ai 18 mesi o addirittura i 3 anni. Possono essere necessari innesti ossei. Quando il problema interessa anche i denti, gli interventi si protrarranno almeno fino al sesto anno di età del bambino.

Solo alcuni casi prevedono terapie dal logopedista o lasciano problemi fino all’adolescenza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons