Loading...

Le ghiandole di Bartolini: patologie e problemi associati

L’apparato riproduttivo della donna è ancora avvolto da misteri e tabù a causa di una vecchia mentalità e della poca informazione. Uno dei nostri compiti è fare chiarezza e informazione su ciò che riguarda questo argomento.

Oggi vogliamo parlare delle ghiandole di Bartolini, organi molto importanti per la donna e che possono essere colpiti da alcune patologie. È importante conoscere queste ghiandole non solo per capire come funzionano, ma anche per fare prevenzione, perché possono ammalarsi.

Vediamo ora di capire che cosa sono le ghiandole di Bartolini, come funzionano e quali patologie possono colpirle, in modo da fare prevenzione. Continua a leggere.

Cosa sono e a cosa servono

Le ghiandole di Bartolini sono due piccoli organi a forma ovale che si trovano vicine alla parete posteriore dell’orifizio della vagina. Dato che sono molto piccole non si sentono se si palpano, tranne quando si infiammano o sono colpite da qualche patologia.

Le ghiandole di Bartolini servono a secernere una sostanza vischiosa che aiuta il rapporto sessuale con la lubrificazione del canale vaginale. Il loro compito è quello di secernere il liquido di lubrificazione quando la donna è eccitata in modo da rendere più agevole il rapporto sessuale.

La dimensione delle ghiandole di Bartolini cambia e si modifica nel tempo: sono piccole nelle bambine, al massimo volume nelle donne adulte e dopo la menopausa si riducono.

Ghiandole di Bartolini: problematiche associate

Il problema più comune che colpisce le ghiandole di Bartolini è una infiammazione detta Bartolinite che dà origine ai seguenti sintomi:

  • Dolore;
  • Arrossamento e prurito delle grandi labbra;
  • Senso di pesantezza al basso ventre.

In genere la Bartolinite si associa alla presenza di una vaginite. Se senti dolore, hai prurito e gonfiore nelle parti intime, contatta il ginecologo per un controllo.

Le ghiandole di Bartolini inoltre, si possono infiammare o infettare e si possono formare cisti con pus. Oltre a infiammazioni e cisti ci le ghiandole di Bartolini possono essere colpite anche da altre problematiche come ad esempio:

  • Malattie sessualmente trasmesse;
  • Traumi;
  • Neoplasie;
  • Infezioni.

Le neoplasie a carico di queste ghiandole sono fortunatamente rare. È più comune che le ghiandole subiscano danni a causa di malattie sessualmente trasmissibili come:

  • Tricomoniasi;
  • Gonorrea;
  • Clamidia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons