Loading...

Le nuove regole di igiene per i bambini

L’intero pianeta sta vivendo uno dei periodi più singolari della sua storia. Epidemie ed infezioni hanno già colpito duramente i popoli, causando molti più morti dell’attuale Pandemia.

Quello che rende questa epidemia diversa dalle altre è che l’intero globo, con le sue diverse popolazioni e le sue variegate economie è stato colpito allo stesso momento.

Il basso livello di tolleranza per la morte tipico delle società moderne, ha fatto sì che si intraprendessero immediatamente azioni di contenimento del contagio.

Così facendo è stato possibile eliminare l’infezione da Covid-19 dai primi posti nella classifica delle pandemie peggiori del mondo.

Dare il buon esempio

L’intera popolazione ha dovuto “rieducarsi” a tutte una serie di procedure legate all’igiene che sono state ampiamente ignorante in condizioni di vita normale.

Le nuove norme igieniche, quindi, sono azioni che sarebbero dovute già appartenere alle abitudini di ciascuno di noi. Ma siamo ancora in tempo per farle nostre.

Per insegnare ai più piccoli quali siano i comportamenti sani e le abitudini igieniche migliori da adottare, esiste un unico modo: DARE IL BUON ESEMPIO!

Le nuove (ma vecchie) procedure di igiene

Le regole, valide quindi per grandi e per piccini, sono poche e semplici da ricordare:

  • La regola principale è quella di coprire naso e bocca se si starnutisce o tossisce; è inoltre importante gettare il fazzoletto (rigorosamente monouso) subito dopo e lavarsi o igienizzarsi le mani.
  • Cercare di non portare le mani in bocca, per evitare che l’eventuale contatto con superfici contaminate consenta al virus di infettarci.
  • Per la stessa ragione del punto precedente è necessario non stropicciarsi gli occhi.
  • Lavarsi spesso le mani con acqua e sapone ( per almeno 20 secondi) o con disinfettante.
  • Indossare la mascherina praticamente sempre. E’ possibile evitarla solo durante l’attività sportiva (ma non motoria: quindi corro senza mascherina ma passeggio con ) e in casa con i propri conviventi.
  • Praticare il distanziamento fisico. Questo punto è forse il più difficile da far rispettare ai più piccoli. Durante il gioco diventa per loro quasi una necessità toccarsi e abbracciarsi.

Queste semplici regole possono fare la differenza, ma è importante che i piccoli ( e i grandi, naturalmente), le applichino e lo facciano nel modo più adatto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons