Loading...

Le percentuali di successo dell’inseminazione artificiale

Quali sono le statistiche relative all'inseminazione artificiale?Grazie ai progressi scientifici, l’inseminazione artificiale è riuscita donare speranza a quelle persone il cui sogno di diventare genitori sembrava ormai lontano anni luce.

Che cos’è l’inseminazione artificiale?

L’inseminazione artificiale è una tecnica medica di fecondazione attraverso sistemi meccanici.

La tecnica consiste nell’inserimento dello sperma selezionato precedentemente in laboratorio nell’apparato genitale femminile.

Se lo sperma utilizzato appartiene alla coppia stessa, si parla di Inseminazione artificiale coniugale. Se lo sperma invece deriva dalla banca dello sperma, si parla di inseminazione artificiale da donatore.

La qualità dello sperma è di fondamentale importanza. Si fanno almeno quattro tentativi dopodichè, all’ennesimo fallimento, si fa ricorso a delle tecniche più complicate, come la fecundazione in vitro.

Quando ricorrere all’inseminazione artificiale

Si usa ricorrere a questa delicatissima operazione medica soltanto in casi in cui una delle persone abbia problemi di infertilità o quando sono presenti nell’uomo casi di scarsa vitalità spermatica.

Le percentuali di successo

Le statistiche parlano chiaro. Se la donna ha più di quarant’anni, la percentuale di riuscita di quest’operazione è del 13%.  Nel caso in cui abbia meno di quarant’anni, la percentuale di successo aumenta al 22%.

In casi normali di coppie giovani, che si trovano nella loro età più fertile, la percentuale di riuscita dell’inseminazione artificiale è del 27%. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons