Loading...

Linfonodi ingrossati in gravidanza: cause e possibili rimedi

linfonodi ingrossatiAvere i linfonodi gonfi, o le ghiandole linfatiche ingrossate, non è di certo una condizione rara nella vita, ma in gravidanza gonfiori e malanni possono destare qualche problema in più.

Un semplice raffreddore o una malattia stagionale può far ingrossare le ghiandole del collo, ma a volte la causa può essere dovuta ad un’infezione.

Quando le ghiandole si gonfiano, significa che il corpo sta lottando contro un’infezione, spesso contrastabile con pochi piccoli accorgimenti.

Sintomi e cause

Il corpo umano si difende in innumerevoli modi da virus e malattie e i sintomi che di frequente, ma non in tutti i casi, accompagnano il gonfiore ai linfonodi sono:

  • Febbre;
  • Raffreddore;
  • Dolori articolari;
  • Sintomi influenzali vari.

In casi più rari, ma molto pericolosi, un gonfiore che non passa nel tempo potrebbe essere sintomo di un tumore maligno dei linfonodi, ma non preoccupatevi subito.

Il gonfiore potrebbe essere generato da un virus e non nascondere alcun tumore. Nel normale gonfiore la parte risulta dolorante e dura al tatto. Le cause più comuni del gonfiore ai linfonodi sono:

  • Malattie stagionali;
  • Citomegalovirus;
  • Streptococco;
  • Mononucleosi;
  • HIV;
  • Ascessi;
  • Toxoplasmosi;
  • Lupus;
  • Artrite.

Si consiglia di fare controlli periodici dal medico per accertarsi di non soffrire di nessuna di queste patologie e che il gonfiore sia dovuto solo ad un semplice malanno stagionale.

Rimedi

Molte delle patologie elencate potrebbero essere dannose per la madre e per il bambino, alcune come il citomegalovirus potrebbero essere letali per il feto. Nel caso in cui notiate un rigonfiamento dei linfonodi, fatevi visitare da un medico.

Senza una visita non è possibile capire quale sia l’origine del gonfiore, né quale terapia seguire. Spesso il gonfiore sparisce autonomamente o grazie all’aiuto di antibiotici, ma non va mai trascurato.

Prima di assumere qualsiasi medicinale, chiedete al medico dosi e tempi, non tutti i medicinali sono sopportati dal bambino. Se il gonfiore non sparisce in pochi giorni, contattate il vostro medico per controlli più approfonditi.

Intanto cercate di tenere la gola coperta e al caldo, evitate di stressarvi troppo e di prendere freddo. Cercate di riposare e di lasciare al vostro corpo tutto il tempo necessario per guarire con calma.

Il nostro organismo, durante la gravidanza, è esposto con maggiore probabilità a malattie virali e batteriche: meglio non correre rischi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons