Loading...

Mal di piedi e pancione: come avere sollievo

Come è noto, essere in dolce attesa induce numerose alterazioni fisiche nel proprio corpo. Ciò è normale, ma non per questo bisogna accettare passivamente il dolore che ne consegue… o almeno, non sempre!

Uno dei fastidi più frequenti riguarda il mal di piedi costante. La circolazione è infatti molto più impegnata del solito, per apportare anche al feto il giusto fabbisogno di nutrienti necessari.

Le estremità degli arti fanno più fatica ad essere raggiunte, soprattutto se si tratta degli arti inferiori che sorreggono il peso del pancione (parliamo di 12-16 chili nella media!).

La ritenzione idrica aumenta e rende ancora più problematico il passaggio del flusso del sangue.

Ma i rimedi ci sono!

Alleviare il mal di piedi in gravidanza

Una prima buona abitudine è quella di coricarsi con un cuscino sotto le gambe, per tenerle rialzate andando a facilitare la circolazione di ritorno (è quella venosa, infatti, la più impattata) semplicemente dormendo.

Scarpe: i piedi non solo fanno male, ma si ingrandiscono, tanto che le scarpe a volte non calzano più! Sconsigliamo l’uso di tacchi, in favore di scarpe basse, comode e facili da indossare.

Sì ai piedi nudi in casa, ma meglio ancora alle ciabattine morbide o in gomma, che ammortizzano meglio il peso dei passi sulla colonna vertebrale.

I massaggi sono un’ottima soluzione, soprattutto se hai un partner che acconsente a farteli facendovi risparmiare soldi! Ci sono poi i massaggiatori elettrici per piedi oppure gli appositi strumenti in legno, da passare sotto la pianta del piede per stimolare la circolazione.

Anche un apparecchio per la pressoterapia può apportare significativi benefici (ma solo dopo l’ok del medico, poiché in alcuni casi non è indicato).

Gli impacchi sono un toccasana. Un gel decongestionante come quelli all’aloe vera, da comprare pronto o da fare in casa, sgonfia in maniera naturale. Sotto la doccia, alterna getti di acqua fredda e calda.

Se sei soggetta a crampi, un integratore al magnesio potrebbe fare al caso tuo per via del suo potere anti-spasmodico.

Va da sé che non bisogna mai prendere iniziative di questo tipo da sole, ma sempre e solo dopo un consulto con il proprio ginecologo o medico curante che conosca la tua storia clinica completa.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons