Loading...

Mamma funzionale e mamma disfunzionale: che significa?

Funzionale e disfunzionale sono due termini molto impiegati nella psicologia del comportamento. Ma cosa significano esattamente?

Come si fa ad essere una mamma funzionale? Bisogna forse funzionare sempre? Non proprio… Leggendo l’articolo lo scoprirai!

Funzionale e disfunzionale

La parola funzionale, quando si parla di ruoli e di attitudini, non è un semplice sinonimo di funzionante. Né è da intendere nell’accezione di pratico, comodo.

Nell’individuo, un comportamento funzionale è quello adatto, appropriato e che non produce disagio: quello, cioè, in grado di garantire il buon espletamento delle proprie mansioni senza arrecare danno a sé o ad altri (nel caso delle mamme, i loro figli).

Una mamma funzionale sarà dunque quella capace di fornire il giusto amore e sostegno al proprio figlio, insegnandogli schemi di comportamento e di pensiero che gli permettano di affrontare le sfide della vita nel modo giusto.

Non significa risolvere tutti problemi al posto suo, ma far sì che diventi un adulto indipendente capace di riconoscerli e di gestirli.

Attenzione alla madre disfunzionale

La mamma disfunzionale, al contrario, è una figura genitoriale che può rivelarsi assai insidiosa per il bambino. Mentre un adulto, con l’esperienza, può essere in grado di distinguere atteggiamenti o modalità disfunzionali e di allontanarsene, al bambino questo non è concesso in quanto non ne ha gli strumenti.

Generalmente il bambino ritiene accettabile qualsiasi comportamento materno, dal momento che la sua esperienza è unicamente quella; la considera la norma. E così, nel tempo integra concetti, idee, valori, abitudini o atteggiamenti sbagliati.

Ad esempio, un bambino che viene cresciuto da una madre totalizzante e iperprotettiva, privato sistematicamente delle libertà dei suoi coetanei a causa delle ansie materne, probabilmente diventerà un adulto insicuro. Sua madre non gli ha mai dato né trasmesso fiducia, e così lui non ha imparato ad averla verso se stesso. Avrà paura. Assumerà quindi dei comportamenti maladattivi.

Lo sviluppo psichico e affettivo dei bambini dipende moltissimo dalla capacità di una madre (e di un padre, naturalmente!) di essere funzionale. Soprattutto se il piccolo cresce senza altre figure di riferimento adulte prive di questo difetto, gli saranno necessari molti anni, quando sarà grande, per rendersi conto del fatto che qualcosa non torna. Sempre se riuscirà a realizzarlo. E magari, gli ci vorranno anni di psicoterapia per liberarsene.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons