Loading...

Maschio o femmina: si può riconoscere dai sintomi?

fioccoPrima dell’ecografia, tanto tempo fa per intenderci, le donne erano un po’ tutte specializzate nel riconoscere il sesso del nascituro semplicemente dai sintomi che la gestante avvertiva.

Si tratta di qualcosa di vero? Oppure di una delle tante leggende metropolitane che circondano la gravidanza?

Vediamolo insieme, seguendo il solco della tradizione, ma ovviamente andando ad esaminare tutto con la lente propria della scienza, per dividere quello che è leggenda da quello che invece può avere una base razionale.

Si tratta di leggende

Sebbene riporteremo quelli che sono, tradizionalmente, i sintomi che vengono associati all’uno o all’altro sesso del nascituro, bisogna anche ricordare che i sintomi della gravidanza non possono essere diversi a seconda del sesso del nascituro.

Si tratta dunque, e lo ripetiamo a scanso di qualunque equivoco, di pure leggende metropolitane, che non hanno alcun tipo di base scientifica.

I sintomi del maschietto

I sintomi che sono tradizionalmente associati alla nascita di un maschietto sono i seguenti:

  • Si avverte molto raramente la nausea;
  • La frequenza cardiaca del nostro piccolo è spesso inferiore ai 140 battiti;
  • Le aureole dei capezzoli sono particolarmente scure;
  • Le voglie ci sono, ma riguardano in genere cibi salati e non i dolci;
  • Si ha fame di proteine animali, quindi carne, pesce e formaggio;
  • Sembra che i peli sulle gambe crescano più velocemente del solito;
  • La pipì diventa molto gialla, quasi brillante, sembra quasi fluorescente;
  • Si hanno frequenti mal di testa;
  • Si ha un olfatto particolarmente sviluppato;
  • Si dorme con la testa verso Nord.

Si tratta, come è ovvio anche ad un esame superficiale della lista, di leggende metropolitane, che oltre a scatenare il divertente pronostico pre-nascita, non possono aiutarci poi molto.

I sintomi che fanno pensare alla nascita di una bambina

Di seguito troverete invece quelli che sono i sintomi che vengono tradizionalmente associati alla nascita di una femminuccia:

  • Voglia di dolci;
  • Voglia di frutta;
  • Il ventre ha la forma tonda di un cocomero. Non si ha, per capirci, la pancia a punta;
  • Il seno cresce davvero molto;
  • La pelle è diventata particolarmente grassa e cominciano a comparire brufoli come quando si è adolescenti;
  • Non si ha voglia di cibo salato.

Anche qui, siamo ovviamente nel campo delle “leggende” e non bisognerebbe prestare troppa attenzione a questa lista.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons