Loading...

Morbillo: perchè è un pericolo per i piccoli

Il morbillo è un’infezione molto contagiosa provocata dal morbilli virus e infetta soprattutto i bambini tra i 12 mesi e i 3 anni. La diffusione è soprattutto per via respiratoria e si trasmette molto facilmente.

Causa febbre, eruzione cutanea e sintomi influenzali. Il periodo di incubazione è 10-15 giorni. Inizialmente i sintomi sono simili a quelli di una banale influenza e starnuti, tosse e febbre possono essere scambiati per un comune malanno stagionale.

Il malessere del morbillo però, non passa in pochi giorni, anzi tende a crescere e a peggiorare con placchette all’interno della bocca e comparsa di macchie rosse sulla pelle.

Arriva anche la febbre, di solito sui 39, che resta alta. Una volta avuto il morbillo, però, si sviluppano anticorpi e non ci si ammalerà più della stessa malattia. Per ricevere un’immunizzazione al virus, però, non conviene ammalarsi, ma piuttosto vaccinarsi.

Ora vediamo quali sono i pericoli del morbillo e i rischi per chi lo contrae, soprattutto se si tratta di bambini piccoli.

I pericoli

La facilità con cui il virus si trasmette e il rischio di complicanze che possono svilupparsi nei soggetti colpiti, ne fa una malattia piuttosto pericolosa.

Il morbillo è ancora il responsabile di 30-100 morti ogni 100.000 soggetti che ne vengono colpiti. Il morbillo è una delle principali cause di morte nei bambini in età pediatrica e nei ragazzi in età adolescenziale. Per questo motivo non bisogna sottovalutarne la potenza.

Le complicazioni inoltre possono essere da lievi a severe e sono:

  • Otite;
  • Laringite;
  • Polmonite;
  • Encefalite;
  • Diarrea.

Nei casi più gravi, il morbillo può portare anche al decesso della persona affetta. In età adulta il rischio di complicazioni aumenta. Nei bambini le otiti possono anche lasciare problemi di udito e, in alcuni casi, portare alla sordità.

Terapia e vaccinazione

Al momento non abbiamo una terapia specifica, ma in genere si somministra del paracetamolo per la febbre e dello sciroppo contro la tosse. Ovviamente dietro prescrizione medica, soprattutto quando si tratta di bambini.

Il vaccino invece è una straordinaria opportunità per la prevenzione e per ridurre il rischio di contagio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons