Loading...

Mpv basso in gravidanza: cause e rimedi

mpv bassoPer MPV si intende il volume piastrinico medio, ovvero il valore che indica la grandezza delle piastrine. L’MPV è relativo all’efficienza della coagulazione del sangue e controlla il numero e il volume delle piastrine.
I valori sono diversi per ognuno, per esempio un giovane avrà un volume piastrinico medio più alto rispetto ad una persona di età avanzata, poiché il volume delle piastrine giovani è maggiore. I valori dell’MPV indicano la capacità di produrre piastrine del midollo osseo.

MPV: valori alti e bassi

Se soffrite di:

  • Piastrinopatie;
  • Arteriopatie;
  • Porpora trombocitopenica idiopatica;
  • Diabete;
  • Sindromi mieloproliferative;
  • Macrotrombocitosi mediterranea;
  • Sindrome di Bernard-Soulier.

potreste avere alti valori di MPV. Al contrario l’MPV basso si riscontra in alcune sindromi, come:

  • Sindrome di Wiscott Aldrich;
  • Anemia aplastica;
  • Depressione della piastrinopoiesi midollare.

Anche le carenze vitaminiche come la B12 o bassi valori di folati nell’organismo, possono abbassare i valori dell’MPV. Nel caso in cui i vostri valori siano bassi, sarete più facilmente soggetti alle emorragie.

In gravidanza?

Durante il corso della gravidanza può accadere che si verifichi un aumento del volume del plasma e di conseguenza diminuiscono le piastrine nel sangue.

Spesso la conta di piastrine si abbassa durante il terzo trimestre di gravidanza, la patologia è conosciuta come trombocitopenia gestazionale.
 In questi casi particolari è sconsigliabile un’epidurale prima parto. In più se la conta resta bassa, sarete più soggette alle emorragie.

Sintomi e rimedi

Il sintomo più facilmente riconoscibile dell’MPV basso è il sanguinamento.
 Epistassi e perdite di sangue dalle gengive sono delle ottime spie per capire se avete problemi con le piastrine. Se soffrite anche di:

  • Stanchezza, ansia e paura;
  • Facile comparsa di lividi;
  • Ematomi.

Rivolgetevi ad un medico. Bassi valori delle piastrine possono esporvi ad emorragie durante il parto. Nel caso in cui i valori siano solo poco più bassi di quelli normali, non allarmatevi: potrebbe essere semplicemente un caso temporaneo fisiologico. Vi consigliamo di chiedere comunque consiglio al vostro medico, ma nella maggior parte dei casi, tutto si risolve con facilità.

Per ogni persona esiste una corretta terapia, il vostro medico saprà indicarvi quella giusta a seconda dei vostri valori. In generale si ricorre ad integratori vitaminici e di ferro.

Evitate come al solito le cure fai da te, soprattutto durante la gravidanza, dato che siamo in una fase piuttosto delicata della nostra vita ed è meglio evitare qualunque tipo di problema causato da cure sbagliate.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons