Loading...

Mughetto nel Neonato: sintomi, cause e rimedi

mughetto bambinoIl mughetto è un’infezione mitotica che può colpire cavo orale, lingua, guance e talvolta anche il volto e si manifesta in genere nei primi 6 mesi di vita del neonato. Si tratta di un’infestazione da funghi non particolarmente preoccupante, che può essere facilmente combattuta anche con rimedi naturali, senza fare ricorso necessariamente al consulto del pediatra.

Vediamo insieme come avviene l’infestazione, come capirne i sintomi e soprattutto come combatterla.

Le cause del mughetto

Il mughetto è causato dal fungo Candida Albicans, lo stesso che è responsabile della candida vaginale e, nel caso dei bambini, delle irritazioni ai glutei a causa del pannolino. Si tratta di un’infestazione che in genere non causa problemi ulteriori, se non quelli visibili di una patina bianca che riveste lingua e bocca.

Il neonato contrae la candida durante il passaggio vaginale, motivo per il quale è estremamente difficile che chi sia nato attraverso parto cesareo si faccia portatore di questi sintomi.

I sintomi che ci aiutano a riconoscere il mughetto

Riconoscere il mughetto è piuttosto semplice, in quanto siamo davanti ad una condizione che presenta sintomi in genere piuttosto riconoscibili e non confondibili con altri tipi di infestazioni.

  • La lingua del bambino si presenta ricoperta da una patina bianca, che assomiglia alle croste di latte ma che non è facilmente rimovibile;
  • Anche le guance del bambino hanno delle chiazze tendenti al bianco;
  • A volte anche bocca e mento possono essere colpiti da queste macchie, che sono segno inequivocabile dell’infestazione in corso.

In presenza di questi sintomi, e nel caso in cui sotto la patina rimossa dovesse esserci una pelle rosso vivo e piuttosto infiammata, possiamo essere certi di essere in presenza di un caso di mughetto.

Come si cura?

In genere la candida tende a scomparire da sola, senza alcun intervento da parte dell’uomo. Se però la cosa dovesse rendervi nervosi o agitati, potete comunque agire seguendo il piccolo prontuario che abbiamo preparato per voi:

  • Pulire dopo la poppata, sia di latte materno che di latte artificiale, la bocca del bambino. Per farlo utilizziamo una soluzione di acqua e bicarbonato di sodio. Non esageriamo con il bicarbonato: ha un sapore molto forte che potrebbe dar fastidio al bambino.
  • Tenere la bocca sempre pulita e disinfettare tutto quello che viene a contatto con la stessa. Giochini per i denti, biberon, cucchiaini, tutto va sterilizzato prima dell’uso successivo.
  • Nel caso in cui questi rimedi non dovessero dimostrarsi efficaci, potrebbe essere il caso di contattare un pediatra per ottenere un farmaco anti-micotico (contro i funghi) che possa aiutare il bebè a combattere l’infestazione.

Niente di cui preoccuparsi

Non c’è molto di cui preoccuparsi nel caso di Candida nella bocca del bambino. È solo nei casi più gravi, infatti, che questa deve essere tenuta in seria considerazione. In casi in cui, per intenderci, dovesse creare problemi all’alimentazione del bambino.

Prima di somministrare qualunque medicina al nostro bambino, ricordiamoci di consultarci con un pediatra, l’unico in grado di stabilire quello che può essergli somministrato.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons