Loading...

Nei dei bambini: quando preoccuparsi?

neo bambinoSui nei e sui melanomi si è fatta un’incredibile campagna informativa, che però ha avuto come effetto collaterale il diffondersi di una sorta di panico che, sebbene possa aiutare ad avere diagnosi sicuramente precoci, è diventato fonte di preoccupazione enorme per i genitori dei bambini, anche se in tenerissima età.

Oggi ci occupiamo di quelli che sono i nei (soprattutto maligni) nei bambini: come bisogna comportarsi nel caso in cui il nostro piccolo mostri problemi di questo tipo? A che tipo di visite dobbiamo sottoporlo? Quando è il caso di preoccuparsi e di portare il bambino dal medico? Vediamolo insieme.

Imparare a riconoscere i nei

Il primo passo fondamentale per dare il giusto peso al problema è imparare a riconoscere quelli che si presentano come sospetti e andare a guardare:

  • Innanzitutto il colore: nel caso in cui il colore del neo non fosse uniforme, abbiamo sicuramente un primo campanello d’allarme;
  • Poi la forma: se la forma del neo si presenta particolarmente frastagliata sui bordi, siamo davanti ad un altro potenziale campanello d’allarme;
  • Se colore e forma cambiano nel corso del tempo, si tratta dell’ultimo e definitivo campanello d’allarme che dovrebbe spingerci, il prima possibile, a raggiungere il nostro dermatologo e a far visitare il nostro bambino.

Sempre protezione solare

Nonostante le enormi campagne a riguardo, ancora moltissimi genitori dimenticano di applicare la protezione solare ai bambini, oppure ne usano una troppo leggera. A questo scopo è bene ricordare due punti fondamentali per la corretta protezione dei nostri piccoli:

  • In primis la protezione solare deve essere molto alta, a prescindere dalla pelle del bambino. Evitiamo di utilizzare protezioni troppo blande soltanto perché il nostro bambino ci sembra adeguatamente protetto dal sole grazie ad un colorito particolarmente scuro.
  • In secondo luogo ricordiamoci di applicare quelli che sono le protezioni solari non solo al mare, ma per qualunque circostanza durante la quale il nostro bambino potrebbe essere esposto al sole. Anche durante una mezza giornata al sole al parco il piccolo ha bisogno di una protezione adeguata.

Che fare in caso di sospetto di melanoma?

Nel caso in cui i nei dei nostri piccoli dovessero causarci qualche preoccupazione, dobbiamo senza ombra di dubbio rivolgerci al nostro dermatologo di fiducia, il quale, dopo un’indagine approfondita, sarà in grado di dirci se il neo è preoccupante oppure no.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons