Loading...

Neonato che inarca la schiena: guida e consigli

orecchio a sventola neonatoI neonati hanno un modo di comunicare che spesso può essere un vero e proprio arcano per i neo genitori. A partire dall’arrivo del bambino le preoccupazioni sono tante. Cosa significa se il neonato si dimena, inarca la schiena e la testa? Cosa si può fare per rimediare? Vediamolo insieme.

Ipertonia del bambino

Quando il piccolo inarca schiena e testa spesso e continuamente, probabilmente si tratta di un caso di ipertonia. Quali sono le cause e le conseguenze? Il bambino è difficile da tenere in braccio, si dimena e inarca la schiena e la testa. L’ipertonia è caratterizzata da un tono muscolare eccessivo causato da un’immaturità del sistema nervoso del piccolo.

Il bambino ipertonico può poppare molto più della media e faticare a stare al seno, tende le gambe ed inarca la schiena e la testa. In genere si associano anche rigurgiti e coliche causate da aria intestinale. Inoltre il bambino che soffre di ipertonia inizia a fare movimenti precoci come sollevare la testa a una o due settimane o muoversi e rotolarsi sulla schiena all’età di un mese.

Cura e terapia

Il disturbo è temporaneo dato che è causato da una momentanea immaturità del sistema nervoso del piccolo, cullare, accarezzare e calmare il bambino è un modo per rilassarlo e abbassare il tono muscolare. Anche allattare sdraiate sul fianco può aiutare il piccolo ad avere un sostegno maggiore ed uniforme.

Se il bimbo inarca anche la lingua, può essere un aiuto la ginnastica linguale. Come fare? Basta inserire delicatamente un dito nella bocca del bambino, ed esercitare una leggera pressione sulla lingua con il polpastrello girato verso di essa.

Non appena il piccolo inizia a succhiare, è sufficiente premere lievemente per rilassare la lingua. Ripetere questo esercizio più volte al giorno aiuta il neonato a stabilizzare la lingua. Il piccolo imparerà così a poppare più tranquillamente e a nutrirsi a sufficienza senza chiedere continue poppate.

In questo modo la mamma aiuterà il bambino a rilassarsi e anche ad avere minori disagi durante l’allattamento al seno. Anche i disagi alla mamma si ridurranno. Se non sai come fare, chiedi consiglio al pediatra.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons