Loading...

Nitriti nelle urine durante la gravidanza: cause e possibili rimedi

nitriti-gravidanzaLe analisi delle urine continuano a rappresentare uno strumento diagnostico di fondamentale importanza e per questo motivo vengono ripetute molto di frequente durante tutta la gestazione.

Nel caso in cui venissero riscontrati dei livelli sopra alla norma di nitriti nelle urine, potremmo, anzi dovremmo, sicuramente interrogarci su quelli che possono essere i problemi che hanno portato a questa condizione, consce però del fatto che non sempre si tratta di problemi gravi e che dunque non c’è, spesso, nulla di cui preoccuparci.

Vediamo insieme di investigare su quali siano le cause della presenza di nitriti nelle urine durante la gravidanza e quando bisogna preoccuparsi.

Siamo sicure che non sia la dieta?

Il primo oggetto su cui bisogna indagare è sicuramente la nostra dieta. Gli affettati sono infatti ricchissimi di questo tipo di sostanze e rappresentano in genere la causa che si nasconde dietro un’abbondanza di nitriti e nitrati nelle urine, anche durante la gestazione.

Si tratta di qualcosa di pericoloso per la gestazione non per i nitriti in quanto tali, ma piuttosto in quanto il grosso degli affettati sono già alimenti che dovrebbero essere eliminati per altre cause dalla nostra dieta.

Per questo motivo dunque, nel caso in cui stessimo consumando affettati e salumi durante la gestazione, tra le altre cose in quantità tanto importanti da far comparire nitriti nelle urine, sarebbe forse il caso di riconsiderare la nostra dieta.

Quando invece sono le infezioni all’uretra

In altri casi invece si tratta, ed è il caso più comune purtroppo anche durante la gestazione, di problemi che riguardano eventuali infezioni del canale dell’uretra oppure della vescica. Tra i casi più comuni troviamo:

  • Escheria Coli;
  • Staffilococco;
  • Klebsiella;
  • Proteus;
  • Enterobacter;
  • Citrobacter;
  • Pseudomonas.

Si tratta di infezioni che devono essere immediatamente affrontate con l’aiuto del medico e del nostro ginecologo, i quali, una volta individuato l’agente che ha determinato l’infezione, saranno in grado di intervenire con i farmaci più appropriati per la cura del problema.

Trattandosi di infezioni che spesso possono andare ad infettare anche il canale vaginale, sarà necessario intervenire per tempo, evitando dunque problemi a noi e al bambino.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons