Loading...

Nuovo lavoro: meno tempo per stare in famiglia? Ecco come trascorrere tempo di qualità insieme

Un nuovo lavoro è sempre un avvenimento emozionante. Se quando si vive da soli o in coppia rimane relativamente semplice gestire il cambio di routine che accompagna la nuova posizione, quando in casa ci sono anche bambini o ragazzi le cose si fanno più complesse.

Nuovi ritmi

Inizialmente si vivrà una fase di riassestamento nella quale il membro della famiglia coinvolto in prima persona nel cambiamento apparirà più occupato, assente o teso. O meno disponibile alle solite attività o a momenti di condivisione con tutta la famiglia. Questo è normale e andrebbe previsto da subito, da ancora prima dell’inizio ufficiale presso il nuovo lavoro.

Occorre che il partner, maschio o femmina che sia, si addossi una piccola parte di carico di lavoro domestico supplementare per un certo periodo. In questo modo può permettere all’altro la transizione nel migliore dei modi: a mente più fresca e con tutte le energie disponibili.

Magari il partner può coinvolgere in queste nuove attenzioni anche i piccoli di casa, cosicché ci si senta uniti in un momento speciale di collaborazione, anche con una certa piacevole sorpresa. Ma arriva comunque il momento in cui è necessario riequilibrare la situazione. Come fare?

Ricavarsi più momenti

Un accurato studio dei nuovi orari di tutti, con tanto di agenda della settimana sottomano, si rivela necessario. Vanno individuati momenti in comune in cui ciascun membro della famiglia acconsente a mettere da parte il resto per vivere insieme la nuova vita domestica. In alternativa per dedicarsi tutti insieme ad attività piacevoli fuori casa.

Come si suol dire, bisogna mettere dei paletti: se il tempo libero per stare insieme è minore di prima, bisogna ottimizzare quello disponibile. No agli smartphone in talune occasioni, divisione dei compiti che un tempo si svolgevano insieme per guadagnare tempo libero comune, e via dicendo.

Nella maggior parte delle famiglie è sufficiente un impegno attivo in questa direzione a rivelare che molto tempo che si crede di non avere è semplicemente occupato da attività riempitive che possono benissimo essere abolite o concentrate.

Non bisogna poi rinunciare a fare progetti: pianificare un weekend speciale, una festa, un piccolo viaggio e dedicarsi alla sua organizzazione sono tutte attività gratificanti, che consolidano l’unione familiare grazie a un futuro obiettivo comune e allettante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons