Loading...

Olio di palma: i bambini possono consumarlo?

olio di palma bambiniL’olio di palma è solo l’ultimo di una serie di alimenti che sono finiti sul banco degli imputati, in quanto ritenuto dannoso per la salute.

Quando poi mettiamo di mezzo i nostri bambini, per i quali vogliamo ovviamente soltanto il meglio, la nostra preoccupazione aumenta ed è per questo motivo che abbiamo preparato una guida che vi illustri quali sono gli effetti nocivi di questo ingrediente, purtroppo sempre più presente nei prodotti che vengono realizzati e commercializzati dalla moderna industria alimentare.

I bambini possono consumare l’olio di palma? Oppure si tratta di un ingrediente da eliminare prima possibile? Vediamolo insieme.

L’olio di palma: ricco di grassi saturi

Il problema principale che può essere associato all’olio di palma è il suo elevatissimo contenuto in acidi grassi saturi. Si tratta di una categoria alimentare molto pericolosa, in quanto aumenta la possibilità che si sviluppino problemi di carattere cardio-circolatorio.

Certo, i bambini in tenera età sono tutto fuorché soggetti a questo tipo di problemi, ma questo non vuol dire assolutamente che si tratti di prodotti che possono essere ritenuti sicuri per il consumo, anche da parte dei più piccoli.

Altri tipi di grassi, soprattutto l’olio d’oliva, sono sicuramente più indicati per chi è in tenera età.

Il problema è anche dove lo si usa

A costituire un problema forse maggiore è il tipo di merci che utilizzano questo tipo di olio. Si tratta in genere di merendine, pane industriale, preparati per dolci che sono a pieno diritto appartenenti alla categoria del junk food, ovvero quel cibo spazzatura che è il primo responsabile di quelli che sono i problemi di obesità del mondo moderno.

Il nostro consiglio spassionato, a prescindere dal fatto che il dibattito sulla nocività dell’olio di palma sia ancora dibattuto tra gli scienziati, è di rinunciare a merendine e simili, preferendo per il nostro bambino snack e merende più genuine.

Insieme all’olio di palma finiscono infatti prodotti molto più preoccupanti, come possono essere ad esempio conservanti, coloranti, correttori che tutto fanno fuorché bene al nostro piccolo.

Il problema principale non è dunque l’olio di palma, ma piuttosto i prodotti in cui viene usato, prodotti da tenere il più possibile lontani dalle nostre case.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons