Loading...

Omogeneizzati per neonati: quali scegliere?

omogeneizzatiLo svezzamento è un momento particolarmente delicato della vita di un bambino, nonché un periodo di decisa preoccupazione da parte dei genitori.

Oggi ci occupiamo degli omogeneizzati, che costituiranno i primi pasti per il nostro piccolo dopo l’allattamento. Si tratta di pasti che vengono venduti pronti nei supermercati e nelle farmacie: ma a cosa si deve fare attenzione per scegliere i migliori? Cosa c’è da sapere sul loro contenuto?

Vediamolo insieme, sia per conoscere e scegliere dunque i migliori, sia per eliminare qualche tipo di preoccupazione che, seppur lecita, spesso è assolutamente ingiustificata.

Innanzitutto: da quando cominciare?

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si dovrebbe cominciare ad alimentare il bambino con qualcosa che non sia latte materno soltanto oltre i sei mesi di vita.

Nel caso in cui il latte materno fosse scarso, e quindi non sia sufficiente ad alimentare il bambino 4–6 volte al giorno, si può cominciare ad integrare con gli omogeneizzati già a partire dal quarto mese.

Quale scegliere per cominciare

I primi omogeneizzati da scegliere sono quelli alla frutta: si sceglie in genere la mela, per poi passare a pera e banana, che sono leggermente più difficili da digerire.

Si deve comunque deve dare tempo al bambino per abituarsi ai nuovi gusti.

Perché gli omogeneizzati?

Perché possono essere ingoiati senza masticare, cosa che ovviamente i bambini di 4–6 mesi, che non hanno ancora i denti, non possono assolutamente fare.

C’è qualche marca da scegliere in particolare?

No, niente affatto. Tutti i prodotti che vengono realizzati e commercializzati nell’Unione Europea (e dunque anche in Italia) sono sottoposti a controlli estensivi che riguardano le materie prime utilizzate, l’eventuale ricorso a conservanti o a sostanze potenzialmente nocive e la loro conservazione.

In Italia, inoltre, i controlli sono duplici e questi rende i prodotti ancora più sicuri.

E se li facessi in casa?

Quella di fare gli omogeneizzati in casa potrebbe sembrare, almeno a grandi linee, una grande idea. Non è spesso però così, perché nelle nostre cucine non abbiamo la strumentazione adeguata per preparare in sicurezza e in igiene gli omogeneizzati.

Inoltre, controllare sale, equilibrare i macronutrienti e i condimenti non è assolutamente facile.

Meglio affidarsi al prodotto di farmacia o di supermercato, testato e sicuro!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons