Loading...

Padrino battesimo: chi scegliere e qual è la tradizione

battesimoLa figura del padrino durante il battesimo risale ai tempi antichissimi dove si richiedeva la presenza di una persona che accompagnasse il bambino di fronte a Dio.

La parola “padrino” venne usata per definire il ruolo di questa figura: essa rappresentava un padre poiché, per il bambino, durante il battesimo, avveniva una vera e propria rinascita quindi necessitava di un nuovo padre.

Da qui si capisce l’importanza che i genitori debbono riservare alla scelta del padrino del battesimo del proprio figlio.

Che requisiti bisogna avere per poter assumere questo ruolo?

Per poter fare da padrino ad un bambino, la chiesa richiede alcuni requisiti conformi a questa figura. Elenchiamo quali:

  • Essere cattolici;
  • Avere più di 16 anni di età;
  • Aver ricevuto il sacramento dell’Eucarestia e della Confermazione (Cresima);
  • Che conduca una vita vicina alla fede;
  • Che conduca una vita idonea al ruolo che sta assumendo;
  • Che non sia il padre naturale del battezzato;
  • Che sia sposato oltre che civilmente anche con rito religioso;
  • Che non sia divorziato.

Dopo che il parroco ha accertato che la persona designata a questo ruolo abbia tutte queste caratteristiche, rilascia il Certificato di Idoneità.

Quale sono i compiti morali di un padrino?

E’ luogo comune credere che il padrino sia la persona designata a prendersi cura del bambino nel caso di morte dei genitori. Questo appunto è un pensiero popolare che niente ha a che vedere con la realtà.

Infatti, se si verificasse una situazione così disastrosa, sarebbe il tribunale dei minori a prendere in affido il bambino e designare la persona (in genere un parente prossimo) che si prenda cura di lui.

Il compito del padrino invece è puramente religioso: egli infatti ha il dovere di vigilarlo e avvicinarlo ai doveri di un buon cristiano e accompagnarlo durante il percorso verso Dio.

Come scegliere il padrino per il proprio figlio?

Dopo aver illustrato quale sia effettivamente il ruolo del padrino nella vita del ragazzo, sarebbe giusto sceglierlo in base ai requisiti che la chiesa impone e non in base alle simpatie come invece avviene di solito.

Se avete avvicinato il vostro bambino a questo sacramento, dovreste scegliere per lui una persona che continui, parallelamente alla vostra figura, a comportarsi come un genitore che educa il proprio figlio alla fede e al rispetto delle regole religiose.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons