Loading...

Pediculosi durante la gravidanza: cause, rimedi e conseguenze

pediculosiLa pediculosi è un’infestazione causata da dei piccoli fastidiosi animaletti, chiamati pidocchi. ”Pediculosi” deriva dal nome latino del pidocchio ovvero ”pediculus humanus”.

Esistono anche tipi di pidocchi che si attaccano al pube o al corpo, non solo al cuoio capelluto. I pidocchi hanno un colore grigio e sono animaletti molto piccoli che non superano i 4 mm.

Questi animali si nutrono di sangue, vivono sulla cute e si moltiplicano deponendo le uova sui capelli o sui peli. I morsi dei pidocchi creano uno sfogo sulla pelle e piccole papule.

Quando il pidocchio morde, lascia la propria saliva che provoca una sensazione di bruciore e prurito e infiamma la pelle.

Purtroppo non è semplice prevenire o evitare le infestazioni da pidocchi, ma è possibile eliminare il fastidio e gli animaletti. Non sempre la scarsa igiene è causa di pidocchi, ma il poco controllo della pulizia potrebbe incoraggiare l’infestazione.

Nelle scuole basta che un solo bambino sia attaccato dai pidocchi per generare un’infestazione.

Pediculosi e trasmissione

La trasmissione dei pidocchi avviene spesso in luoghi affollati e soprattutto frequentati dai bambini. Se avete già un figlio che ha preso i pidocchi a scuola e state aspettando un altro bimbo, potreste essere attaccati dai pidocchi.

Per eliminare i pidocchi esistono numerosi rimedi acquistabili in farmacia, come:

  • Polveri;
  • Shampoo;
  • Spray;
  • Lozioni.

Bisogna anche eliminare le uova dai capelli e dalla cute con appositi pettini. È necessario anche disinfettare e pulire abiti, lenzuola, peluches e qualsiasi stoffa che potrebbe essere venuta a contatto con i pidocchi.

Pediculosi e gravidanza

I prodotti contro i pidocchi in genere possono essere usati in gravidanza, ma non bisogna mai e poi mai prendere medicinali senza prima aver consultato il medico e il ginecologo quando si aspetta un figlio.

Ricordate sempre che anche il farmaco più innocuo potrebbe interferire con la vostra gravidanza, non assumete nulla senza aver prima controllato con il medico le possibili conseguenze sul feto.

Cercate di fare attenzione a qualsiasi cosa possa essere entrata in contatto con i pidocchi per evitare una re-infestazione. In genere si riesce a gestire piuttosto facilmente un attacco dei pidocchi, in pochi giorni sia la scuola che il vostro bimbo che voi stesse tornerete alla situazione di normalità.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons