Loading...

Perché alcune donne non hanno il latte

Avere un bambino è quanto di più emozionante si possa provare nella vita. I nove mesi di gravidanza culminano nel momento del parto, che se non ha presentato problemi, regala un’immensa gioia ( e notevole fatica) alla neomamma.

Ma una volta affrontato e superato lo scoglio del parto, quando il cucciolo è ormai tra le braccia della mamma, ecco che si presenta un secondo dubbio: sarò capace di allattare? Il mio latte sarà sufficiente?

Timori assolutamente leciti dal punto di vista di una donna stanca, dolorante e fragile, ma che non dovrebbero impedire di poter avviare un corretto allattamento.

Le donne sono mammiferi, e come tali sono “progettate” per produrre il latte necessario alla propria prole per garantire la sopravvivenza della specie.

Anche se priva di quella tenerezza che circonda l’allattamento materno, questa è una definizione assolutamente corretta, che descrive perfettamente quanto sia naturale per una mamma produrre il latte ideale per suo figlio e nella gusta quantità.

Da dove arriva la convinzione di non avere latte

Solo il 5% delle donne hanno reali difficoltà nella produzione di latte. Queste situazioni limite sono legate a fattori anatomici o a disturbi dell’ipofisi e fortunatamente sono casi piuttosto rari.

L’errata convinzione di non avere latte a sufficienza risiede in una mancanza di supporto da parte del personale medico nei confronti delle neo mamme.

Esse si trovano a dover fronteggiare problematiche reali come il dolore ai capezzoli, trovare la giusta posizione in cui posizionare il piccolo, il tempo necessario per completare una poppata, ecc…senza l’adeguata informazione e il giusto supporto.

Anche la forte pressione commerciale esercitata dal latte in polvere rappresenta un ostacolo per il corretto proseguo dell’allattamento materno.

Le mamme lavoratrici, poi, non hanno il giusto spazio che permetta loro di sposare lavoro e allattamento. Spesso sono costrette a tirarsi il latte nei bagni comuni.

Disinformazione del personale medico

Quanto l’importanza dell’allattamento materno sia ancora ampiamente sottovalutata, viene dimostrato dal fatto che durante gli studi di pediatria, non esistono esami sull’allattamento.

La maggior parte delle problematiche legate ad una scarsità di latte prodotto dalla mamma, derivano proprio da un mancante o inadatto supporto da parte del personale medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons