Loading...

Perché i bambini amano fare la lotta

Ovunque ci sono due o più bambini nello stesso ambiente, ci saranno momenti concitati, adrenalinici e molto divertenti di lotta! Libera, con i cuscini, sul letto, a terra, nell’erba, nella neve.

E’ una delle attività più amate e praticate da bambini di tutte le età.

I genitori, o chi è incaricato di sorvegliare i piccoli, guardano sempre con preoccupazione questo gioco, considerandolo violento e pericoloso. In realtà rappresenta un utile strumento di crescita.

Perché giocare alla lotta è utile

I bambini che giocano a combattere tra di loro, sanno perfettamente che quello in corso è solo un gioco, sanno di dover stare attenti a non fare male all’ “avversario”. (Anche se qualche gomitata, spintone o calcetto fa parte del gioco.)

Giocare alla lotta consente ai piccoli di conoscere meglio se stessi, i propri limiti e i propri punti di forza, e quelli degli altri. Aiuta a scaricare rabbia, aggressività e tensione.

Gli adulti spesso giudicano questo gioco come aggressivo, ma quella che lo caratterizza è un’aggressività “sana”, priva di cattiveria. In questo mondo i bambini sperimentano una realtà in cui testare le loro azioni in modo sicuro e privo di conseguenze.

Impedire ai bambini di vivere un’esperienza così costruttiva e naturale, potrebbe incentivare lo sviluppo di rabbia e frustrazione che condurrebbero all’aumento del livello di aggressività (a quel punto non più molto “sana”).

Le regole per un gioco sicuro

Come per tutti i giochi, anche per questo esistono regole da rispettare: attenzione, ascolto e autocontrollo in primis. Se un partecipante manifesta la volontà di smettere o si fa male, bisogna fermarsi immediatamente.

Gli adulti possono agevolare l’attività mettendo a disposizione uno spazio idoneo, sicuro e pratico: un tappeto, una stanza con pochi mobili ecc…

I piccoli amano quando anche gli adulti partecipano al gioco: sanno che essi hanno una forza superiore alla loro, e questo li stimola e incuriosisce. Si confrontano ed imparano giocando.

La tradizione vorrebbe le bambine fuori da queste dinamiche; fortunatamente la realtà è ben diversa: giocare alla lotta non ha genere, piace indistintamente a maschi e femmine, solo in quanto bambini.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons