Loading...

Perdite di sangue fuori ciclo: che fare

Non è insolito avere delle piccole perdite di sangue tra una mestruazione e l’altra. Questa piccole perdite sono molto comuni a tutte le donne in età fertile e capita di avere perdite fuori dal ciclo almeno una volta nella vita. C’è da preoccuparsi o è del tutto normale?

Cosa sono e cosa provoca queste piccole perdite? Vediamolo insieme in questa nostra breve guida di oggi sulle piccole perdite fuori dal ciclo.

Perdite fuori ciclo: cosa sono

Le piccole perdite tra due cicli mestruali si chiamano spotting. Sono perdite marroni, o rossastre normali se occasionali e se mancano una decina di giorni all’ovulazione.

In altri casi possono essere spia che il corpo luteo sta regredendo troppo velocemente. Se lo spotting dovesse durare per diversi giorni, bisogna rivolgersi ad un medico perchè potrebbero essere generate da:

  • Disturbi alla tiroide;
  • Polipi uterini;
  • Endometriosi;
  • Fibromi.

Perdite di sangue leggere o più copiose possono essere il sintomo di cicli anovulatori, quindi di cicli senza ovulazione. Bisogna sempre riferire al medico i cambiamenti che si notano nel ciclo.

Le piccole perdite ematiche intermestruali occasionali non sono un problema, ma se si ripetono o danno origine a cambiamenti è importante consultare il ginecologo.

Se si tratta di perdite occasionali non bisogna ricorrere ad alcuna terapia, ma se le perdite sono causate da fibromi o da patologie, bisogna rivolgersi al medico per la terapia.

Perdite ematiche possono persino essere anche il sintomo di una gravidanza, visto che una volta impiantato l’embrione spesso si verificano piccole perdite ematiche.

Ovviamente queste perdite non sono spotting, ma sono perdite da impianto e aiutano a creare l’ambiente per la crescita dell’embrione. Consigliamo di rivolgersi al medico se si pensa di essere incinte.

Ricordiamo che le informazioni che sono riportate in questa nostra guida sono a scopo puramente informativo e che non possono essere sostitutive del parere di un medico o di un ginecologo.

Se le perdite sono accompagnate anche da dolori addominali, consigliamo di rivolgersi immediatamente il medico perché potrebbe essere sintomo di un problema più grave o che è in corso un aborto spontaneo. Consigliamo di non sottovalutare i segnali del corpo e di rivolgersi al medico quando necessario.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons