Loading...

Perdite nere durante la gravidanza: che fare?

perdite nereLa gravidanza è un momento molto particolare per ogni donna: il corpo cambia e nascono tante nuove preoccupazioni. Le perdite in gravidanza sono una delle paure più comuni tra le future mamme, ma non sempre sono sintomo di pericolo imminente. Nell’articolo di oggi cercheremo di fare un po’ di chiarezza e vi spiegheremo cosa significa quando sugli slip si trovano perdite scure.

Seppur non sempre ci siano motivi per preoccuparsi delle perdite, è comunque raccomandabile rivolgersi ad un medico. In caso di presenza di perdite, chiedete sempre consiglio al vostro medico ginecologo. Non trascurate nessun sintomo.

Perdite scure: cosa significano?

Il sanguinamento vaginale è molto comune nel primo trimestre di gravidanza e non sempre rappresenta un  problema, ma se le perdite si verificano nel secondo o nel terzo trimestre bisogna preoccuparsi maggiormente.

In alcuni casi il sanguinamento potrebbe essere sintomo di un aborto spontaneo, ma questo non significa che l’aborto sia imminente. Per questo avrete il tempo di chiedere immediatamente un appuntamento al ginecologo per scongiurare ogni rischio.

Gli studi scientifici indicano che il 30% delle donne ha avuto perdite in gravidanza e più della metà non ha avuto un aborto. Le perdite scure possono essere assolutamente normali ed indicare una semplice e naturale pulizia dell’utero o essere del tutto fisiologiche.

Quando preoccuparsi delle perdite?

Un aborto non si verifica quasi mai immediatamente, tenendo sotto controllo i sintomi potrete correre ai ripari. In genere i sintomi di un aborto sono:

  • Sanguinamento vaginale;
  • Crampi (tipo crampi mestruali);
  • Espulsione del tessuto embrionale (una volta avvenuto l’aborto).

Purtroppo la maggior parte degli aborti non si può evitare, perché spesso un aborto è una normale reazione del corpo quando qualcosa non va a buon fine. Questo non significa che dobbiate rassegnarvi in caso di perdite, chiamate sempre e comunque il vostro medico ginecologo per farvi visitare il più presto possibile.

In caso di sanguinamento, si consiglia di sospendere i rapporti sessuali fino al controllo del medico, questo perché i rapporti potrebbero irritare ulteriormente l’apparato. Ricordiamo che i normali rapporti sessuali non possono causare un aborto spontaneo. Per qualsiasi dubbio, vi ricordiamo di consultare il vostro medico.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons