Loading...

Placenta Bassa: sintomi, rischi e cosa fare

placenta bassaLa placenta bassa (o placenta previa) è un problema di conformazione di questo organo che, durante la gravidanza, può sicuramente creare qualche problema e qualche preoccupazione. Si tratta infatti di una malformazione vera e propria, che quando posiziona la placenta proprio sulla bocca dell’utero può causare problemi sia durante la gestazione che durante il parto.

Vediamo insieme i perché, i come e soprattutto cosa fare in caso di placenta bassa.

Che cos’è la placenta? Perché è bassa?

La placenta è un organo che si crea automaticamente durante la gravidanza e che funziona da raccordo tra bambino e mamma. È questo l’organo, per intenderci, che rende possibile la respirazione e l’alimentazione del bambino. Di norma si posiziona lateralmente, su un fianco, mentre nel caso di placenta previa va a posizionarsi, come detto in apertura di articolo, verso la bocca dell’utero.

Si tratta di un problema importante, di cui dovremmo occuparci con la dovuta attenzione. 

Come riconoscerla?

La placenta bassa in genere viene accompagnata da sanguinamento immotivato e indolore, durante la seconda parte della gravidanza, quindi a partire in genere dal quinto mese.

Il sangue in genere si arresta senza problemi e senza interventi da parte nostra entro pochi giorni (o anche poche ore), per poi ripresentarsi quasi immediatamente.

Un piccolo gruppo di coloro che soffrono di placenta previa finiscono anche per avvertire contrazioni, delle quali dovremmo immediatamente informare il nostro ginecologo.

I rischi

Ci sono rischi collegati alla placenta bassa, che includono:

  • Sanguinamento: se diventa piuttosto copioso potrebbe mettere a repentaglio prima la buona salute e poi addirittura la vita della gestante.
  • Parto prematuro: in caso di sanguinamento eccessivo il personale medico potrebbe optare per un intervento cesareo anche prima che il tempo, del vostro bambino, sia compiuto.

Si tratta dunque di qualcosa di importante, che dovrebbe essere tenuto sotto osservazione durante tutta la gravidanza.

Cosa fare?

Chi soffre di placenta previa poco può, se non modificare il proprio stile di vita per rendere la propria gravidanza il meno stressante possibile:

  • Bisogna evitare ogni tipo di attività sportiva, anche la più leggera;
  • Allo stesso modo bisogna evitare sollecitazioni all’utero (compresi i rapporti sessuali, di cui parleremo tra pochissimo);
  • Evitare carichi;
  • Evitare stress anche se esclusivamente psicologico.

Si possono avere rapporti sessuali?

I rapporti sessuali durante la gravidanza con placenta bassa vanno evitati a tutti i costi. Il rischio è quello infatti di innescare delle contrazioni che potrebbero portare anche ad un parto prematuro, soprattutto se ci troviamo molto vicine, temporalmente, alla data del parto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons