Loading...

Pressione alta in gravidanza: sintomi, cause e rimedi

pressione alta gravidanzaLa gravidanza è in genere accompagnata da pressione bassa ed è per questo motivo che, nel caso in cui la nostra pressione arteriosa diventasse alta, dovremmo sicuramente comunicarlo al nostro medico curante.

Vediamo insieme quali possono essere le cause della pressione alta in gravidanza, quali sono i rimedi e soprattutto se ci possono essere complicazioni di qualunque tipo per il nostro piccolo.

Quando si può parlare di ipertensione

Prima di addentrarci nel problema dobbiamo identificare quali sono i casi in presenza dei quali si può davvero parlare di ipertensione. Si può parlare di ipertensione quando vengono superati i valori di 90 per la minima e 140 per la massima. Valori più bassi, anche se molto vicini alla soglia, non devono destare alcun tipo di preoccupazione.

Come riconoscerla?

La pressione alta è in genere asintomatica e per riconoscerla avremo bisogno di misurarla. Non sempre, infatti, ad una condizione del genere si accompagnano i suoi sintomi più tipici:

  • Mal di testa diffuso;
  • Nausea;
  • Senso di vertigini e mancanza di equilibrio;
  • Tachicardia, ovvero battito del cuore accelerato per qualche minuto.

In presenza di questi sintomi è d’obbligo recarci in una farmacia o nello studio di un medico per misurare la pressione arteriosa.

Quali possono essere le cause?

Come abbiamo detto in apertura, è la pressione bassa ad essere in genere fisiologica durante la gestazione. Non ci sono dunque cause direttamente relative al nostro stato interessante.

Un’eventuale pressione alta deve essere dunque imputata a:

  • Sovrappeso: che si aggrava durante la gravidanza, costringendo il nostro corpo (e il nostro sistema cardiocircolatorio) a fare gli straordinari;
  • Stress psicologico: molto comune durante un periodo complicato come quello della gravidanza.

Come combatterla?

Si può combattere la pressione alta ricorrendo a piccoli rimedi naturali che, sommati, riescono davvero a svolgere un ruolo positivo nei confronti del nostro sistema cardiocircolatorio, sin da subito:

  • Ridurre il consumo di sale in cucina allo stretto necessario.
  • Aiutare il nostro corpo con i sali minerali e le vitamine contenute nella verdura fresca, da mangiare possibilmente cruda.
  • Assumere integratori di potassio, facendovi consigliare dal medico.
  • Ridurre le bevande eccitanti, come caffè e tè. Lo stesso vale per Coca Cola, energy drink e simili.
  • Evitare di consumare cibi troppo grassi o conservati sotto sale.

Seguendo queste facilissime regole, riusciremo molto probabilmente a riportare la nostra pressione arteriosa entro valori normali in men che non si dica, continuando a vivere la nostra gravidanza con tutta la tranquillità di cui abbiamo bisogno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons