Loading...

Problemi ai denti del bambino: come comportarsi?

denti bambinoAi denti da latte, sbagliando, non si presta quasi mai la dovuta attenzione. Questo perché è ancora purtroppo circolante la pessima abitudine di ritenerli comunque temporanei, e dunque non degni dell’attenzione del dentista e del nostro sforzo economico.

Questo si traduce in pessime abitudini che spesso vengono portate avanti anche con la dentizione finale del bambino e che, dunque, si riflettono anche sulla vita da adulto.

Vediamo insieme cosa fare nel caso di problemi ai denti del bambino, cosa sapere, come muoversi e quando rivolgersi al dentista.

Le macchie? Non sono sempre problemi di poco conto

I denti dei bambini, quelli da latte, tendono a macchiarsi con una frequenza piuttosto alta. Si tratta di un problema che, erroneamente, viene spesso sottovalutato. Tra le cause delle macchie ci sono:

  • Una saliva eccessivamente acida;
  • La presenza di batteri innocui;
  • La presenza di batteri che invece non sono innocui;
  • La presenza di infezioni di tipo fungino.

Si tratta di problemi di varia gravità e che devono essere necessariamente valutati da parte di un dentista. Quindi non sopravvalutiamo le macchie e consultiamoci immediatamente con uno specialista.

Denti storti

Anche i denti storti tendono ad essere sottovalutati: dopotutto quelli da latte finiranno per cadere e non causeranno alcun tipo di problema, o almeno così si pensa.

La verità è che spesso si può intervenire già prima che i denti finali siano spuntati e dunque risparmiare al nostro piccolo supplizi decisamente più lunghi in età adulta. Si tratta dunque di un problema che, anche in questo caso, andrebbe segnalato al dentista, che deciderà se intervenire subito, dopo poco oppure se aspettare che i denti finali comincino a fare la propria comparsa.

Il problema della carie

Anche per quanto riguarda la carie, si deve porre la massima attenzione. I denti da latte sono infatti molto meno duri e più facilmente attaccabili da questo tipo di problema. Non si tratta di una carenza di calcio e non è in genere segnale di qualche problema di grave entità. Anche in questo caso, però, sarebbe sicuramente il caso di far visitare il nostro piccolo da un bravo dentista, magari specializzato nella versione pediatrica di questo tipo di problemi.

Abituare il bambino al dentista

Il dentista deve cominciare ad essere una presenza familiare per il bambino sin dalla più tenera età. Cominciamo a frequentare il suo studio quando il nostro piccolo è ancora in tenera età: ne guadagnerà in fiducia e in igiene dentale anche per l’età adulta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons