Loading...

Prurito vaginale in gravidanza: sintomi, cura e terapia

prurito vaginaleIl prurito vaginale è molto comune nelle donne e può manifestarsi con un’irritazione localizzata o con del formicolio. Talvolta può essere una spia di una malattia sessualmente trasmissibile o precedere la comparsa di vaginite, candida o vaginosi. Anche l’ansia o lo stress possono causare un immotivato prurito vaginale. Non dimentichiamo che anche le allergie ai tessuti possono provocare prurito.

Sintomi e cause

I sintomi sono quelli di un normale prurito, si può avere anche  una sensazione di gonfiore e riscontrare perdite maleodoranti o vischiose. Talvolta il prurito può essere spia di una gravidanza.

L’abbassamento delle difese immunitarie, lo stress, le malattie sessualmente trasmissibili, la candida o le varie infiammazioni della vagina provocano il prurito vaginale. Anche il diabete, l’eccesso di zuccheri nella dieta o la menopausa (che provoca secchezza della vagina) possono causare un diffuso e fastidioso prurito.

Attenzione anche ai detergenti intimi troppo aggressivi: possono modificare il pH e distruggere la flora batterica vaginale provocando irritazioni e prurito.

Durante la gravidanza il prurito non va trascurato. Come già indicato, può essere un sintomo di una malattia sessualmente trasmissibile, o di infezioni, o di candida della vagina. Monitorate sempre la vostra salute durante la gravidanza, le infezioni possono trasmettersi al feto o la bambino durante il parto e provocare parti prematuri o far nascere un bambino con peso inferiore alla norma.

Cura

Innanzitutto evitate abiti e indumenti intimi sintetici, preferite un sapone intimo delicato ed evitate le lavande. Se utilizzate un proteggi slip, cambiatelo frequentemente e cambiate spesso anche l’intimo.

Preferite rapporti protetti o un periodo di astinenza per minimizzare i fastidi e fate controllare anche il partner se sospettate un’infezione. Se il vostro partner sottovaluta i vostri e i propri sintomi andrete di certo incontro a delle recidive. 
Fate attenzione al sudore e all’eccessivo esercizio fisico, il sudore irrita la pelle e l’esercizio fisico può portare alla frizione della parte sugli indumenti, e acuire il fastidio.
È importantissimo non grattarsi per evitare l’effetto loop. Più vi grattate, più la parte si irrita. Più la parte si irrita, più vi gratterete.

Cosa fare in gravidanza

La dieta può aiutare ad alleviare il prurito, evitate cibi piccanti, troppo grassi o troppo salati. Anche i latticini o i cibi ricchi di lieviti possono peggiorare il prurito se generato da candida.
Lavate la parte con bicarbonato o con amido sciolti in acqua non troppo fredda. Così facendo allevierete il prurito. Anche l’olio essenziale di calendula o menta aiuta a contrastare i sintomi.
Se il prurito è solo uno dei sintomi di un’altra malattia, dovrete necessariamente chiedere ad un medico e ad un ginecologo. Ogni malattia o infezione ha una diversa terapia da seguire.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons