Loading...

Pulizia pene del bambino: la guida completa OK

pulizia bambinoMolti genitori hanno paura di approcciarsi, almeno per le primissime volte, all’igiene dei piccoli. Posso fargli male? Come devo toccare il bimbo per non ferirlo e pulirlo bene? Quali prodotti devo usare e come?

Queste sono solo alcune delle domande che i genitori, magari non solo quelli più apprensivi, si pongono relativamente all’igiene intima dei propri bambini maschi. Noi vogliamo darvi un aiuto e illustrarvi una guida completa sull’igiene intima dei piccoli. Non preoccupatevi e continuate a leggerci!

Il pene del bambino

Ovviamente il pene di un bambino è diverso da quello di un adulto non solo per forma e dimensione, ma anche per alcune caratteristiche che riguardano glande e prepuzio.

Essi non sono perfettamente separati all’inizio e la pelle non si sposta dal glande, rendendo un po’ più difficoltosa la pulizia. Non preoccupatevi. Nel corso dei mesi il prepuzio e il glande si separeranno naturalmente.

All’inizio non è possibile pulire bene l’interno del pisellino, vi raccomandiamo di non forzare la pelle per non creare traumi dolorosi e per non lasciare conseguenze fisiche al vostro bambino.

Pisellino e igiene

Quando il pisellino ha ancora glande e prepuzio attaccati, lavate l’esterno con acqua e detergenti delicati asciugando bene la cute per evitare la proliferazione di funghi che potrebbero dare origine a candidosi.

L’igiene va fatta allo stesso modo anche quando glande e prepuzio si saranno naturalmente separati. Utilizzate sempre acqua tiepida e detergenti delicati appositi per i bambini. A questo punto potrete controllare l’igiene del pisellino anche “all’interno” e pulirlo senza creare danni al vostro bambino.

Se glande e prepuzio non si separano, non tentate mai di forzare la manovra e chiedete consiglio al vostro medico pediatra di fiducia. Esistono apposite pomate che ammorbidiscono la pelle e la aiutano a scollarsi.

Nei casi più difficili è consigliabile un piccolo intervento chirurgico, ma solo il medico potrà dirvi cosa fare. Non tentate mai e poi mai di provvedere autonomamente alla cura di questo tipo di problematiche.

La cura fai da te potrebbe lasciare ai bambini dei danni gravi sia fisici che psicologici, non trascurate mai il consiglio del medico e abbiate pazienza, vedrete che tutto andrà per il meglio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons