Loading...

Quali farmaci si possono usare per la febbre in gravidanza?

febbre gravidanzaLa gravidanza è un periodo molto delicato per il nostro corpo, che diventa intollerante anche a quelle cose alle quali eravamo abituate sin da bambine.

Uno di questi è rappresentato sicuramente dai farmaci: non tutto può essere usato durante la gestazione anche in caso di febbre e bisogna dunque fare affidamento su un ristrettissimo numero di medicinali, che sono poi gli stessi che vi consiglierà il vostro medico.

Prima di cominciare, lo ripetiamo ancora una volta a scanso di equivoci: non tutti i farmaci che eravate abituate a prendere prima del concepimento possono essere utilizzati durante la gravidanza, pena il mettere a repentaglio la salute vostra e quella del bambino che portate in grembo.

Quali farmaci si devono evitare?

Innanzitutto gli antibiotici, soprattutto se siamo in presenza magari di una febbre che non deriva da infezioni di tipo batterico. Quella di utilizzare o meno gli antibiotici è una decisione che spetta in via esclusiva al vostro medico curante, l’unico in grado di stabilire se sia l’infezione batterica la causa della febbre oppure no.

In aggiunta bisogna evitare di utilizzare farmaci, anche se da banco, senza il controllo del proprio medico. Anche farmaci apparentemente innocui possono infatti interagire con il nostro stato interessante e andare a complicarlo.

Il re: il paracetamolo

Il farmaco più utilizzato per le donne incinte è sicuramente il paracetamolo. Si tratta di un ottimo anti-piretico (ovvero un medicinale in grado di far abbassare la febbre) che è contenuto in un diverso numero di farmaci e ora venduto anche in soluzione generica.

Anche in questo caso, però, sarà sicuramente meglio andare ad ascoltare il parere del medico.

In aggiunta al paracetamolo in genere per far abbassare la febbre durante la gravidanza, si ricorre a:

  • Acido acetilsalicilico (la comune aspirina);
  • Ibuprofene (anche questo sotto strettissimo controllo medico);
  • Anti-infiammatori non steroidei, i cosiddetti FANS.

Questa triade di farmaci dovrebbero però essere evitati in toto durante gli ultimi 2–3 mesi di gravidanza, in quanto possono alterare la circolazione fetale. Il rischio è che vada a chiudersi il dotto di Botallo, con conseguenze particolarmente nefaste per il vostro piccolo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons