Loading...

Quali giochi scegliere per i piccoli

Nella importante fase della crescita dei bambini di casa, ciò che ci preme di più è poterli educare nel migliore dei modi e stimolare al meglio le loro capacità e la fantasia.

Gli strumenti primari che abbiamo per poter garantire che ciò avvenga sono proprio i giocattoli.

Un bambino che sperimenta e che dà spazio all’immaginazione per mezzo di questi ultimi è avvantaggiato verso la conoscenza del mondo che lo circonda.

I giochi, meglio se educativi

I giochi educativi sono importanti nella vita del bambino per svariati motivi, anche perché coinvolgono le funzioni percettive dello stesso.

La stimolazione dei cinque sensi è un loro aspetto più che positivo: imparare presto ad interagire coi suoni, riprodurre forme e colori, costruire ed avere una prima base di prospettive e senso dello spazio, sono tutte abilità fondamentali alla vita e alla crescita.

Attualmente l’industria del giocattolo ha fatto passi da gigante, specializzandosi su ogni fascia di età, non è quindi difficile trovare sul mercato il giocattolo giusto per ogni esigenza.

Ad ogni fase il suo gioco

Come possiamo benissimo notare i negozi di giocattoli sono suddivisi per ogni fascia di età per venire incontro alle esigenze di ognuna di esse

Proviamo a suddividere le vaire fasce:

  • 0-12 mesi; in questo primo periodo della vita, per il bambino è tutto nuovo e la sua attenzione è volta principalmente alla scoperta. Ciò che può risultare adatto a questo scopo quindi, sono giochi in grado di stimolare i sensi, ben vengano allora peluche e sonagli;
  • 1- 3 anni; passato il periodo di scoperta arriva quello della curiosità e dell’esplorazione. Adatti a questo allora possono essere le costruzioni, i puzzle, o anche i giochi a contatto con la natura;
  • 3-5 anni; questa è la fascia di età dove si sviluppa l’immaginazione; prediletti sono i giochi di abilità, i giochi da tavola e quelli di avventura;
  • Dai 5 anni in su; ci troviamo infine nell’età scolastica, quella in cui il bimbo si identifica di più negli adulti; ci si affida allora a vere e proprie riproduzioni di attività da grandi: banchi lavoro, giochi di società, giochi di logica.

Poi si sa, il gioco non ha limiti di età. Basta solo non porre limiti all’immaginazione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons