Loading...

Quando è necessario fare l’amniocentesi?

amniocentesiL’amniocentesi è forse uno dei test più importanti tra quelli a disposizione di chi sta vivendo una gravidanza. Si tratta di un test che, al contrario di quanto si crede, non serve soltanto per ravvisare la presenza della Sindrome di Down, ma piuttosto quella di tutte le anomalie cromosomiche che possono colpire il feto.

Ma quando si può ritenere necessaria l’amniocentesi? Vediamolo insieme.

Non è mai obbligatoria

Innanzitutto dobbiamo sottolineare il fatto che l’amniocentesi non è mai obbligatoria per legge. Si tratta infatti di una procedura che può essere sicuramente consigliata (e vedremo in quali casi può essere ritenuta addirittura necessaria), ma nessuno può imporvela.

La questione morale

All’amniocentesi si legano anche questioni di carattere squisitamente morale. Sono in molte infatti le donne che la rifiutano in quanto comunque finalizzata, se di esito positivo, all’aborto.

Nel caso in cui le nostre convinzioni morali dovessero escludere questa possibilità, conoscere o meno alcune anomalie cromosomiche ovviamente ha poco senso.

Quando è necessaria?

In una frase: quando la consiglia il medico. Il ginecologo infatti, oltre ai casi di scuola, consiglierà l’amniocentesi in alcune situazioni particolari. In generale comunque la procedura è consigliabile per chi:

  • Sta affrontando la gravidanza oltre il trentacinquesimo anno di età;
  • Ha casi precedenti in famiglia di anomalie cremosomiche, inclusa ovviamente la sindrome di Down;
  • Ha un quadro storico clinico tale da far sospettare la possibilità che si presentino anomalie cromosomiche nel feto.

In questi casi sopracitati l’amniocentesi è sempre consigliata, dato che la possibilità che si verifichi un’anomalia è molto più alta.

Ci si può rifiutare?

Ovviamente sì, ma bisognerebbe tenere conto del fatto che, al netto delle proprie convinzioni morali, se il medico la richiede ha le sue ottime ragioni. È sempre meglio farla, dato che i rischi sono davvero minimi, anche allo scopo esclusivo di avere un quadro relativamente preciso della situazione.

Il nostro consiglio, come sempre d’altronde, è quello di andare a seguire quelle che sono le indicazioni del nostro medico, che è poi l’unico in grado di avere un quadro completo della nostra situazione di salute e di quella del feto, la cosa più importante mentre si sta affrontando una gravidanza.

L’amniocentesi non deve assolutamente spaventare: è un test al servizio della madre e del bambino e, quando si presentano le circostanze che la rendono necessaria, dovrebbe essere effettuata.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons