Loading...

Quinta malattia nel bambino: cause, sintomi e cura

quinta malattiaLa quinta malattia è una patologia che colpisce prevalentemente i bambini tra i 5 e i 15 anni di età. Ha manifestazioni piuttosto caratteristiche e attacca principalmente la pelle.

Si tratta di una patologia di carattere virale che, lo diciamo in apertura proprio per far rientrare eventuali preoccupazioni ingiustificate, guarisce in genere in modo piuttosto rapido.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere su questa particolare patologia, come riconoscerla e come affrontarla.

Quali sono le cause della quinta malattia?

La quinta malattia è un eritema infettivo che ha origini virali. È infatti causato dal parvovirus B19. Esistono diverse versioni di questo virus: quelle che colpiscono gli animali non sono in grado di colpire l’essere umano, motivo per il quale il contagio da animale domestico a bambino deve essere assolutamente escluso.

La presenza in famiglia di un animale che sia colpito da questa patologia, dunque, non è assolutamente motivo di preoccupazione.

La malattia tende ad essere più comune nel periodo che va da febbraio ad aprile.

Una malattia spesso asintomatica

I dati sono piuttosto sconvolgenti: circa il 40% della popolazione mondiale sarebbe stata infatti colpita, almeno una volta nella propria vita, da questo virus. Sono però pochissimi coloro i quali mostrano segni evidenti di questa patologia.

Per questo motivo possiamo considerare la quinta malattia come una patologia che non ha spesso manifestazioni evidenti.

Quali sono i sintomi?

I sintomi della quinta malattia sono i seguenti:

  • Febbre, anche se leggera;
  • Mal di testa;
  • Sintomi simili a quelli dell’influenza, come rossore del naso, naso che cola, etc.;
  • Presenza di un’eruzione cutanea, che però tende a comparire soltanto dopo giorni dai primi sintomi di carattere influenzale.

I bambini di età più giovane, in genere sotto ai 10 anni, hanno maggiori probabilità di avere anche le eruzioni cutanee.

Le eruzioni sono spesso anche accompagnate da prurito intenso.

È una patologia contagiosa?

La quinta malattia è una patologia contagiosa, soprattutto nel periodo precedente la comparsa dell’eruzione cutanea. Questa è infatti una reazione di tipo immunitario alla presenza del virus e segnala il primo recupero da parte del corpo del bambino.

Il virus si diffonde molto facilmente con fluidi del naso, della bocca, della gola e soprattutto con le gocce che si diffondono a causa della tosse o degli starnuti.

Come si cura?

L’infezione tende a sparire senza necessità di specifiche terapie. Nel caso in cui però l’eruzione cutanea sia evidente, è sicuramente indicato contattare immediatamente il pediatra, che appronterà la terapia più adatta al quadro clinico del nostro piccolo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons