Loading...

Ritardo di due giorni: sono incinta? Devo preoccuparmi?

ritardo di due giorniIl ritardo del ciclo mestruale è fonte di grande preoccupazione per le coppie.

Come bisogna comportarsi di fronte ad un ritardo di due giorni? Bisogna preoccuparsi?

Proviamo a vedere insieme come affrontare questo momento delicato.

La causa scatenante

Se il ritardo avviene dopo un rapporto protetto, di norma non ci si dovrebbe preoccupare.

Alcuni anticoncezionali però hanno delle indicazioni da seguire attentamente.

Ad esempio, la pillola perde il suo effetto se assunta insieme ad antibiotici o ad altri medicinali, che possono comprometterne l’efficacia. Leggere bene il foglietto illustrativo e informarsi dal proprio ginecologo per saperne di più ed essere tranquille.

Una delle cause può anche essere la rottura del preservativo, è una casualità molto rara ma in questo caso la preoccupazione potrebbe trovare un reale fondamento.

I rapporti non protetti generano una preoccupazione del tutto fondata, per cui, se è possibile, intervenire subito provando a chiedere al proprio ginecologo il metodo migliore per intervenire.

Test di gravidanza e analisi del sangue

La soluzione più rapida è quella di fare le analisi del sangue oppure comprare un test di gravidanza per verificare il proprio stato.

Tener presente che in entrambi i casi devono essere fatti dopo 10-15 giorni dal rapporto sessuale, per dare un risultato attendibile.

Da cosa è causato il ritardo

Un ritardo di due giorni non è un avvenimento raro, quindi è necessario non stressarsi troppo nell’attesa.

Molte donne non sanno che ci sono altre cause che contribuisco a questi ritardi, quali:

  • Variazione del peso corporeo: queste variazioni creano degli scompensi all’ormone responsabile della maturazione di uova e follicoli.
  • Stress: altera il funzionalmento dell’ipotalamo, che regola il ciclo mestruale.
  • Allattamento: durante l’allattamento, gli ormoni che producono il latte materno, possono essere i responsabili.
  • Farmaci: l’assunzione di alcuni farmaci può causare ritardi del ciclo. Leggere bene i foglietti illustrativi.
  • Sforzo fisico: essere sottoposte ad uno sforzo fisico elevato può contribuire ad interrompere brevemente l’ovulazione.
  • Problemi ormonali: possono essere causa di evenuali ritardi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons