Loading...

Rosolia in gravidanza: tutto quello che c’è da sapere

La rosolia è una malattia infettiva molto contagiosa data da un virus chiamato rubella virus e che provoca la comparsa di macchie rosse più o meno grandi su tutto il corpo. 

Solitamente si verifica durante l’età infantile, ma può accadere anche alle donne in gravidanza

Se presa durante il periodo di gestazione è molto pericoloso per il feto, ma anche per la madre stessa. 

Potrebbe accadere, infatti, di abortire spontaneamente o, in un altro caso, il bambino potrebbe nascere con gravi malformazioni al corpo e anche al sistema neurologico.

Queste problematiche molto gravi possono insorgere se la rosolia viene presa dalla madre intorno al primo trimestre di gravidanza

A partire dai seguenti 3 mesi di gravidanza le problematiche gravi si riducono, ma si potrebbero sempre sopraggiungere. 

Quali sono i sintomi?

sintomi, anche se nella maggior parte dei casi molto leggeri, comprendono la comparsa di puntini rossi su tutto il corpo che possono provocare rossore e pizzicore oltre che decimi di febbre

Inoltre possono subentrare anche dolori alle articolazioni e una grande stanchezza

Questa malattia dura all’incirca qualche settimana

Perché si può contrarre questa malattia?

Il periodo di incubazione della rosolia può andare dalle 2 settimane fino ai 21 giorni per poi sfogare la sua potenza con le bolle per 4 o 5 giorni consecutivi

Come agisce?

Se questa infezione si manifesta quando non si è in gravidanza, la sintomatologia potrebbe non portare a fini scomodi. 

Se si è in gravidanza e se il virus rompe la barriera placentare, allora potrebbero esserci molti problemi al feto in quanto potrebbe anche lui contrarre questa malattia. 

A seguito della rosolia si è immuni, ma se si vuole essere sicuri di non prenderla durante la gravidanza è bene vaccinarsi qualche mese prima del concepimento. 

Cosa fare?

Per prima cosa bisogna rivolgersi al proprio ginecologo che diagnosticherà la rosolia dopo aver effettuato un esame mirato. 

Successivamente il medico consiglierà di riposarsi il più possibile e reintegrare nel corpo tantissimi liquidi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

© 2022 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons