Loading...

Sale in gravidanza: sì o no?

Ridurre il consumo di sale è sempre importante, non solo in gravidanza. Ogni giorno consumiamo circa 10 grammi di sale, una quantità davvero eccessiva dato che si tratta di circa il doppio di quanto ce ne servirebbe davvero.

Con 5 grammi di sale al dì il nostro organismo si sentirebbe decisamente meglio e si ridurrebbero una serie di problemi, come la ritenzione idrica e l’ipertensione. In gravidanza è quindi importantissimo imparare a dosare il sale.

Il sale, nelle giuste dosi, è un prezioso alleato, ma se consumato in maniera inappropriata può finire per diventare un nemico veramente pericoloso. Vediamo ora di capire meglio come assumere il sale in gravidanza.

Sale e gravidanza

Le donne incinte devono ridurre l’assunzione di sale, soprattutto se hanno problemi di pressione alta o se sanno di soffrire di preeclampsia. La preeclampsia, conosciuta anche con il nome di gestosi o tossiemia gravidica, causa edema e ipertensione, pericolosissime sia per la mamma che per il piccolo.

In questo caso è assolutamente necessario ridurre il consumo di sale. L’ipertensione è causata dal restringimento dei vasi sanguigni e porta un minore afflusso di sangue agli organi e alla placenta. La crescita del feto risulta quindi rallentata, gli organi del bimbo possono finire per essere danneggiati e la placenta subisce il distacco con conseguente rischio di aborto.

Un eccesso di sale nella dieta in gravidanza causa quindi:

  • Aumento della pressione arteriosa;
  • Trombosi;
  • Emorragie;
  • Problemi e danni al sistema cardiocircolatorio;
  • Ritenzione idrica;
  • Aumento di peso;
  • Affaticamento degli organi (fegato, reni, cuore).

In gravidanza, quindi, bisogna stare molto attente al consumo di sale. Assumere molto sale può anche indebolire la salute dello stomaco e aumentare il rischio di contrarre l’helicobacter pylori, un batterio che causa gastriti e ulcere, pericolose in gravidanza.

I nostri consigli

Se non sai come insaporire gli alimenti non ricorrendo al sale, eccoti qualche consiglio utile. Utilizza erbe aromatiche e spezie, ma attenzione che siano ben pulite e adatta al consumo in gravidanza. Quindi meglio le erbe e le spezie secche e confezionate.

Quali spezie usare? Limone, rosmarino e timo! Ottime per insaporire i piatti senza mettere in pericolo la tua salute e quella del tuo bambino.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2019 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons