Loading...

Salsiccia in Gravidanza: si può mangiare?

salsiccia gravidanzaTorniamo ad occuparci di maiale e nello specifico dei prodotti che possono essere utilizzati e consumati durante la gravidanza. Oggi parliamo di salsicce, una delle preparazioni più comuni per chi ama questo tipo di carne.

Le salsicce sono un prodotto decisamente buono da mangiare, anche se potrebbero creare più di qualche dubbio a chi sta affrontando una gestazione.

Si possono mangiare le salsicce in gravidanza? Oppure si tratta di un alimento di cui fare a meno durante i 9 mesi della gestazione? Vediamolo insieme.

Tendenzialmente pericolose

Le salsicce, che sono pur sempre create dagli scarti della lavorazione del maiale, o meglio dai suoi tagli meno pregiati, possono essere relativamente pericolose. Questo perché, data la loro forma particolare, sono estremamente difficili da cuocere bene all’interno.

Per questo motivo a fare la differenza sulla salubrità di questo tipo di alimento è più la cottura che la sostanza stessa.

No alle salsicce alla griglia

Il primo metodo di cottura da escludere è quello della griglia. Si tratta infatti di un metodo che prevede una cottura a temperature sì molto elevate, ma che difficilmente riescono a raggiungere il centro di questo prodotto. Spesso infatti il centro rimane meno cotto e per questo motivo questo metodo di cottura deve essere, per quanto possibile, accantonato.

Sì alle salsicce al forno

Dopo avervi mostrato un metodo di cottura sconsigliato, ve ne proponiamo uno invece che si può utilizzare. Per cuocere per bene le salsicce al forno avremo bisogno di metterle in cottura per circa 30 minuti ad almeno 200 gradi centigradi.

Si tratta di un metodo che rende assolutamente sicure le salsicce, che potranno dunque essere consumate senza alcun tipo di problema.

No alle salsicce sott’olio, sotto strutto o crude

Chiudiamo la nostra rassegna dedicata alle salsicce in gravidanza parlandovi di quelli che sono 2 metodi di conservazione molto comuni, soprattutto nel centro Italia, ma che purtroppo non sono adatti per chi sta affrontando una gravidanza.

La conservazione sott’olio o sotto strutto infatti non ci consente affatto di andare ad eliminare gli agenti patogeni tipici della carne di maiale ed è per questo motivo che dovremmo cercare di non consumare questo tipo di preparazioni durante il periodo che va dal concepimento al parto.

Si tratta di un sacrificio fondamentale per poter garantire la nostra salute e quella del bambino che portiamo in grembo. Per questo motivo, meglio evitare e riparlare di salsicce così conservate solo a parto avvenuto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons