Loading...

Si possono dare i frutti di mare ai bambini?

frutti di mareI frutti di mare sono un ingrediente/prodotto tipico della nostra tradizione e della nostra cucina ed è facile che i bimbi ci vengano a contatto sin dalla più tenera età.

I bambini più curiosi, quelli che vorrebbero mangiare da subito come i grandi, potrebbero chiedervi sin dalla più tenera età di consumare un po’ di quelle bizzarre conchiglie, ma quando è lecito e sano darglieli?

Per intenderci, cercheremo di rispondere alla domanda: si possono dare i frutti di mare da mangiare ai bambini? A che età si possono dare? Ci sono controindicazioni? Vediamo di rispondere insieme.

Il problema dell’istamina

Il primo problema contro il quale i pediatri mettono in guardia è quello che riguarda l’istamina. Si tratta di un reagente che è in grado di causare reazioni allergiche, anche importanti, nei bambini e negli adulti.

Se nella famiglia ci fossero casi importanti di allergie, i molluschi e più in generale i frutti di mare andrebbero evitati, senza ombra di dubbio, almeno fino ai 3 anni di età.

Si tratta però di un approccio che, come vedremo più avanti, è attualmente contestato: c’è una parte rilevante dei pediatri infatti che afferma che l’autosvezzamento è il modo migliore per permettere al bambino di crescere senza allergie.

L’autosvezzamento

Non è questo il posto in cui parlarne diffusamente, ma vogliamo solo citare per dovere di completezza quella che è una delle teorie più seguite degli ultimi tempi. Secondo questa teoria, infatti, il bambino andrebbe introdotto a praticamente tutti gli alimenti entro i primi 18 mesi di età.

Secondo i sostenitori di questo approccio, così facendo il bambino andrebbe a diminuire, e sostanzialmente, la possibilità di sviluppare, successivamente nella propria vita, allergie.

Il problema dei patogeni

Il secondo problema derivato dal consumo di crostacei è quello legato invece alla presenza di patogeni all’interno dei molluschi. I frutti di mare che verranno somministrati ai bambini devono essere estremamente puliti e anche ben cotti.

In questo modo comunque si potrebbe cominciare a dare i frutti di mare ai bambini intorno a 24 – 30 mesi di età.

Se il bambino è curioso, è sempre meglio assecondarne le curiosità, soprattutto se alimentari. L’educazione al gusto è una parte importantissima dello sviluppo di una persona ed è qualcosa di cui tenere conto quando scegliamo gli alimenti per i nostri piccoli.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons