Loading...

Si possono mangiare gli affettati in gravidanza?

prosciutto crudo gravidanzaIl concepimento è fonte di grande gioia per mamma e papà, ma anche l’inizo di un lungo periodo di ansie e preoccupazioni che, come nel caso degli insaccati, sono più che fondate.

La dieta che la futura mamma seguirà è di fondamentale importanza per la sua salute e per quella del nascituro, ed è necessario prestare la debita attenzione a quello che si porta in tavola.

La tradizione culinaria italiana abbonda di ottimi insaccati, che fanno capolino sulle nostre tavole quasi ogni giorno, e che offrono un sistema rapido per prepararsi dei pasti gustosi senza passare troppo tempo ai fornelli.

Pratici si, ma non privi di controindicazioni, soprattuto per è in stato interessante. Vediamo quali.

I cibi ricchi di sodio fanno male alla salute della mamma e del bambino

Gli insaccati saranno pure buoni, ma vengono prodotti ricorrendo ad ingenti quantitativi di sale, che per osmosi finiscono poi per rimanere nel prodotto che andrà ad essere consumato.

Eccedere con il sale non è indicato per nessuno, tantomeno per le donne in stato interessante. Ipertensione e accumuli eccessivi di sodio sono dietro l’angolo, e soprattutto durante i 9 mesi che vedono il nostro corpo già sottoposto a stress importanti, meglio lasciar perdere.

Le carni crude, anche se salate, sono pericolose

La macellazione del maiale è una di quelle sottoposte ai più stretti controlli di tipo sanitario. C’è un motivo: la carne di maiale è ricca di batteri e può essere veicolo per alcuni pericolosissimi parassiti.

La carne durante la gravidanza deve essere consumata esclusivamente previa cottura ed è per questo motivo ulteriore che gli insaccati dovrebbero essere accantonati, almeno fno al parto.

Toxoplasmosi

C’è un rischio, sebben minimo, di contrarre la toxoplasmosi a causa degli insaccati. Certo, le possibilità sono minime, e non incrementano a causa del nostro stato interessante.

Il problema è che però se dovessimo contrarre la toxoplamosi durante la gravidanza, le ripercussioni sul feto sono di assoluta gravità, ed è per questo motivo che vanno evitati gli insaccati, soprattutto se non di derivazione industriale.

Le carni trattate in casa infatti sono sottoposte sicuramente a meno controlli, e il rischio di contaminazioni è sicuramente più alto.

Si possono mangiare gli insaccati “cotti”?

Gli insaccati che vengono cotti, come mortadella e prosciutto cotto, sono più sicuri ma comunque non completamente liberi da problemi. Vengono in genere utilizzate le stesse macchine sia per tagliare quelli a rischio che questi ultimi due più sicuri.

C’è il rischio contaminazione e dunque vanno accantonati, anche tenendo conto dell’importante contenuto in sale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons