Loading...

Si può dare la doxiciclina al bambino? La guida completa

doxicicilna bambinoTutti conoscerete la doxiciclina con il suo nome diffuso in commercio, ossia il Bassado. Si tratta di un farmaco antibiotico largamente usato in ambito medico in quanto è indispensabile per contrastare la proliferazione batterica soprattutto durante le infezioni.

Ma di cosa si tratta esattamente? Qual è il suo principale meccanismo d’azione? E’ possibile somministrare questo farmaco ai bambini? Cosa succede nel caso in cui è un bambino con età inferiore ai 12 anni ad assumere la doxiciclina?

Che cos’è la doxiciclina?

La doxiciclina è un farmaco antibiotico a largo spettro d’azione che fa parte della classe delle Tetracicline. Con questi farmaci di solito si segue una terapia per debellare la maggior parte dei processi infettivi di natura batterica.

Tra le principali condizioni patologiche che necessitano l’intervento di questo farmaco, troviamo soprattutto le seguenti:

  • Periodontite (sia aggressiva sia cronica);
  • Infezioni della cute;
  • Infezioni gastrointestinali;
  • Foruncoli causati dalla rosacea;
  • Infezioni dei tessuti molli;
  • Infezioni dell’apparato genitale;
  • Infezioni dell’apparato urinario;
  • Infezioni otorinolaringoiatriche;
  • Infezioni ginecologiche;
  • Infezioni a carico dell’apparato respiratorio.

Qual è il meccanismo d’azione di questo antibiotico?

Come abbiamo detto la doxiciclina è un antibiotico ad ampio spettro d’azione e funziona grazie alla sua capacità di entrare nel canale proteico situato nel citoplasma batterico legandosi, così, alla sua subunità ribosomiale in modo da impedire l’allungamento della catena peptidica.

In questo modo la doxiciclina, e tutti i farmaci della classe delle tetracicline, riescono a contrastare la proliferazione dei batteri che hanno dato origine all’infezione.

I bambini possono assumere la doxiciclina?

Una delle caratteristiche peculiari di questo farmaco riguarda proprio la modalità di somministrazione. Infatti non può essere somministrata ai bambini con età inferiore ai 12 anni, in quanto potrebbe avere i seguenti effetti collaterali:

  • Ipoplasia (ai denti e alle ossa);
  • Favorisce il cambiamento del colore dei denti (verso un colorito giallastro).

Questo accade perché questa classe di farmaci è in grado di andare a depositarsi sul tessuto delle ossa e dei denti, soprattutto durante il periodo dello sviluppo.

Inoltre non la si può somministrare a donne in dolce attesa, in quanto andrebbe comunque a fissarsi sulle ossa del piccolo, e nemmeno durante il periodo di allattamento, perché è escreta nel latte materno.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons