Loading...

Si può dare la Novalgina ai bambini? La guida completa

novalginaLa febbre è un evento con il quale, nella nostra vita di genitori, dovremo sicuramente fare i conti. Oggi parliamo di uno dei prodotti più utilizzati per combattere la febbre, tanto negli adulti quanto nei bambini: la Novalgina.

Si tratta di un farmaco molto utilizzato, principalmente come anti-piretico (ovvero in grado di far scendere la febbre) e analgesico (ovvero in grado di far passare dolori).

Vediamo insieme se la Novalgina si può dare ai bambini, in che caso si può usare e seguendo quali quantità.

Una nota preliminare: la febbre è una reazione naturale

Prima di addentrarci più nello specifico nella questione, è bene ricordare che la febbre è una reazione più che normale a quelli che sono gli attacchi di virus e batteri. Per intenderci, la febbre è il segno di un sistema immunitario che funziona e bene. Fino ai 39° non ci devono essere preoccupazioni di sorta (anche se va ovviamente contattato il medico) e fino ai 41°, in genere, non ci sono conseguenze per il nostro bambino.

Questo per dire che, è il caso della Novalgina ma anche di tantissimi altri farmaci, non è sempre una buona idea far abbassare la febbre.

Quale Novalgina usare per i bimbi? Quando usarla?

Quella in gocce è sicuramente quella più facile da dosare, soprattutto per i bambini molto piccoli.

La Novalgina può essere utilizzare per far abbassare rapidamente la febbre e per far affievolire quelli che sono i sintomi tipici dello stato febbrile e influenzale, come ad esempio il mal di testa, la sensazione di nausea e anche il male di ossa.

Per i bambini, in generale, si usa comunque per far abbassare la febbre.

Quali sono le dosi raccomandate per i bambini?

Per i bambini si raccomandano, almeno fino ai 15 anni di età, 1 goccia di Novalgina ogni 2kg di peso del bambino. Di conseguenza per un bambino di 10 kg, 5 gocce; per un bambino di 20 kg, 10 gocce e così via.

Si tratta di dosi che possono essere somministrate ogni 4–6 ore.

Sempre meglio chiedere un parere al pediatra

È comunque sempre consigliato contattare il proprio pediatra per chiedere conferma sia delle dosi, sia della possibilità di utilizzare il farmaco.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons