Loading...

Si può mangiare il Camoscio d’Oro durante la gravidanza?

camoscio d'oroIl Camoscio d’Oro è uno dei formaggi più popolari del nostro paese. Lo mangiano tutti, o quasi, e nutre un’importantissima schiera di appassionati.

Non è dunque un mistero che anche molte donne incinte potrebbero essere invogliate a portare il Camoscio d’Oro a tavola. Ma si tratta di un formaggio che si può consumare durante la gravidanza? Oppure va evitato in quanto potenzialmente pericoloso?

Tutte sappiamo che quella dei formaggi è una categoria piuttosto complicata per chi sta affrontando una gestazione. Vediamo insieme cosa c’è da sapere sul Camoscio d’Oro.

I formaggi francesi? Sono relativamente pericolosi

Il Camoscio d’Oro è un formaggio prodotto in Italia, ma segue iter produttivi quasi identici a quelli del brie francese. Come sanno già le nostre lettrici, si tratta di formaggi ad alto tasso batterico che, soprattutto durante la gravidanza, andrebbero evitati.

La buccia esterna è, tra le altre cose, un coacervo di muffe, sebbene commestibili, che non sono comunque indicate per chi sta affrontando una gestazione.

No, il Camoscio d’Oro andrebbe abbandonato

Il Camoscio d’Oro dunque è uno di quei formaggi che andrebbero evitati durante la gestazione, in quanto in possesso di una carica batterica troppo alta, che potrebbe causare non pochi problemi ad un sistema immunitario debilitato come quello delle donne incinte.

Per questo motivo chi vuole essere prudente e giocare d’anticipo, farebbe bene ad eliminare dalla propria alimentazione il Camoscio d’Oro, almeno fino a parto avvenuto.

Il latte pastorizzato non basta

Così come tutti gli altri prodotti industriali che vengono commercializzati nella categoria dei latticini, anche il Camoscio d’Oro fa parte di quei prodotti che devono essere necessariamente considerati come pericolosi per le donne incinte.

Certo, i rischi sono comunque minimi, ma dato che ci troviamo in un momento decisamente particolare della nostra vita, meglio passare la mano.

In caso di dubbi, chiedete comunque al medico

Il vostro medico è l’unico che può conoscere in modo approfondito quella che è la vostra storia clinica e il vostro presente stato di salute. Per questo motivo chi vuole consumare comunque il Camoscio d’Oro nonostante le nostre avvertenze, farebbe bene a seguire quelli che sono i consigli del proprio medico curante.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons