Loading...

Si può mangiare il fegato in gravidanza?

fegato vitellaQuando si sta affrontando una gravidanza, ci si chiede (a buon diritto) cosa si dovrebbe mangiare e cosa invece dovrebbe essere evitato. Il fegato bovino, che è l’alimento di cui ci occupiamo oggi, è un alimento che per anni era stato ritenuto uno dei capi saldi delle diete delle gestanti.

Oggi però sono molti i ginecologi che ne sconsigliano, addirittura, l’assunzione in modo totale durante la gestazione. A chi prestare orecchio? A chi voleva il fegato come alimento assolutamente sicuro, anzi, consigliato? Oppure a chi dice che non dovrebbe essere mangiato durante la gestazione?

Vediamolo insieme.

Una buona fonte di vitamina A

Lasciando perdere quelle che sono le discussioni sul ferro (che sono assolutamente irrilevanti dato che non è a livello alimentare che dovremo assumerne, in caso di carenza), possiamo dire senza paura di essere smentiti che il fulcro della discussione che riguarda il fegato durante la gravidanza è la vitamina A.

Si tratta del motivo che porta ancora qualche ginecologo ad inserirla nelle diete per le donne gravide e, cosa che sembrerà anche paradossale, anche il motivo per cui molti ginecologi ne sconsigliano l’assunzione.

A dosi elevate la vitamina A è pericolosa per il feto

La vitamina A infatti, stando anche a quanto diffuso dal SSN in una recente nota, può essere pericolosa per lo sviluppo del feto, se assunta in grandissime quantità.

Essendo il fegato uno degli alimenti che contiene le maggiori quantità di vitamina A, era piuttosto ovvio che finisse sul banco degli imputati.

Questo però ha portato, come purtroppo succede spesso, ad inutili allarmismi, che hanno finito per scatenare un panico ingiustificato e che hanno demonizzato, in modo eccessivo e completamente irrazionale, il fegato.

Se ne può mangiare, anche se magari non tutti i giorni

Si può sicuramente mangiare una bella fettina di fegato alla veneziana senza troppi patemi, certe del fatto che la Vitamina A contenuta in 100 grammi di fegato sia ben al di sotto di quella che sarà in grado di andare a creare danni al nostro bambino.

Le più ansiose farebbero comunque bene ad andare a pianificare una dieta con il proprio ginecologo e con il proprio dietologo, per essere certe di rimanere sotto i valori massimi non solo di vitamina A, ma più in generale di tutti i nutrienti che potrebbero essere pericolosi.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons