Loading...

Si può mangiare lo Speck in gravidanza?

speckGravidanza, tempo di rinunce, soprattutto alimentari. Siamo davanti infatti ad una condizione particolare del nostro corpo, durante la quale non dobbiamo soltanto tutelare noi stesse, ma anche il nostro piccolo.

Gli affettati in genere vengono per questo motivo completamente eliminati, ma che dire dello speck, che essendo affumicato potrebbe sembrare, almeno potenzialmente, più sicuro?

L’affumicatura non è cottura

Bisogna immediatamente sgomberare il campo da un grande equivoco. Sebbene l’affumicatura porti a temperature relativamente elevate lo speck, queste non sono comunque sufficienti per andare ad eliminare tutti gli agenti patogeni che rendono gli affettati pericolosi per chi sta affrontando una gravidanza.

Per questo motivo, lo speck condivide con gli altri affettati gli stessi tipi di problematiche.

No, lo speck non dovrebbe essere mangiato

Per chi vuole vivere una gravidanza estremamente tranquilla, lo speck dovrebbe essere sicuramente accantonato. Si tratta di misure di sicurezza altissima però, in quanto i maiali cresciuti sotto controllo industriale difficilmente possono contenere quelli che sono i parassiti che sono pericolosi durante la gravidanza.

Se proprio non riuscissimo a rinunciare allo speck, possiamo mettere in pratica qualche accorgimento per farlo diventare un prodotto sicuro al 100%. Vediamo quali.

Sì allo speck cotto

Innanzitutto possiamo decidere di cuocere lo speck. Mettendolo in padella e facendolo cuocere per bene su entrambi i lati, dovremmo essere in grado di uccidere ogni tipo di parassita e dunque di rendere lo speck consumabile anche durante la gravidanza.

Il trucco del congelatore

Possiamo mettere anche lo speck in congelatore, ad una temperatura di almeno –24° C, per almeno 7 giorni, per essere sicuri di eliminare ogni agente patogeno e rendere lo speck sicuro.

Si tratta di una procedura che si chiama “abbattimento”, che viene utilizzata anche con il pesce e con altri tipi di carne.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons