Loading...

Si può mangiare lo Zafferano in Gravidanza?

zafferanoLo zafferano, il re delle spezie, uno dei prodotti più ricercati e amati del nostro paese. Si tratta di una spezia particolare, che potrebbe creare più di qualche preoccupazione a chi, incerto sul da farsi, non sa cosa si possa consumare o meno durante la gravidanza.

Per questo motivo vi proponiamo un articolo che dovrà liberarvi dal dubbio: si può mangiare lo zafferano in gravidanza oppure no?

Cos’è lo zafferano?

Lo zafferano è parte dello stigma del fiore Crocus Sativus. Si tratta di un prodotto che arriva da molto lontano, ma che ormai è coltivato nel nostro paese (con eccellenze nell’Aquilano) da secoli. Si tratta di un profumo che arriva dall’India, ma che è ormai parte da più di 100 anni di alcuni piatti della tradizione italiana.

L’aiuto dello zafferano durante la gravidanza

In realtà lo zafferano è un prodotto più che consigliato durante la gravidanza. Infatti si tratta di una spezia che può:

  • Aiutarci a tenere sotto controllo gli sbalzi d’umore. Lo zafferano ha infatti un forte potere antidepressivo, che lo rende non solo una spezia, ma un medicinale molto popolare in tutto il subcontinente indiano.
  • Ridurre la pressione sanguigna: sciolto nel latte può aiutare a tenere sotto controllo la pressione troppo alta, altro evento molto tipico della gravidanza.
  • Aiutare, e molto, la digestione. Lo zafferano ci può aiutare ad essere meno costipate, meno ad avere un intestino più regolare, a digerire latticini, cosa in genere piuttosto problematica durante la gravidanza.

Ci sono effetti negativi associati allo zafferano?

No. Lo zafferano è un prodotto estremamente sicuro per chi sta affrontando una gravidanza e può essere sicuramente consumato, in dosi normali, senza troppe preoccupazioni.

Quello a cui dobbiamo stare attenti è l’eccesso di consumo di zafferano. Siamo infatti davanti ad un prodotto che, se assunto in dosi massicce (ovvero superiori ai 10 grammi al giorno) potrebbe causare:

  • Aborto spontaneo: anche se in questo caso bisogna mantenere, pare, il consumo elevatissimo per diverso tempo. Si tratta di un problema che in genere colpisce nel secondo e terzo trimestre, dato che l’aborto è causato da eccessiva stimolazione delle contrazioni di cui lo zafferano sarebbe responsabile.
  • Allergie: lo zafferano, in piccole quantità, difficilmente riesce a scatenare reazioni allergiche. In caso di sovradosaggio, però, potrebbe causare vomito, nausea, bruciore di stomaco e mal di testa.

Questo è quanto: lo zafferano consumato in quantità normali è decisamente indicato durante la gravidanza.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons