Loading...

Si può usare Clenil durante la gravidanza?

clenilClenil è un inalatore a base di corticosteroidi, che costituisce ad oggi uno dei farmaci più utilizzati per la cura dell’asma. Si tratta di un farmaco per molte irrinunciabile, ed è per questo motivo che è più che lecito chiedersi se sia il caso di utilizzarlo o meno durante la gravidanza.

Si può usare il nostro fido Clenil durante la gravidanza? Oppure andrebbe evitato fino a parto avvenuto? Proviamo a darci delle risposte basate sulla letteratura scientifica a riguardo, anche se come sempre è necessario discutere di quello che apprenderemo con il nostro medico, l’unico davvero in grado di risponderci se sia il caso o meno di continuare ad assumere Clenil.

Che tipo di farmaco è?

Clenil è un inalatore per superare le fasi acute dell’asma. È basato su un corticosteroide, il Beclometasone, un principio attivo piuttosto “potente” e comunque molto efficace contro le crisi di asma.

In aggiunta, si può utilizzare anche costantemente in modo da prevenire eventuali crisi, utilizzandolo quotidianamente per andare a ridurre le infiammazioni nei polmoni.

Il trattamento in genere non si protrae mai oltre i 7 gg e lo stesso vale nel caso in cui dovessimo provare ad utilizzarlo durante la gravidanza.

E durante la gravidanza?

L’asma è un problema gravissimo nel caso in cui dovesse colpire durante la gravidanza. Nel caso in cui fosse ripetuta, potrebbe causare infatti problemi al proseguo della gravidanza.

Per questo motivo, nonostante una minima incertezza che può riguardare il Clenil, in genere vi si preferisce ricorrere, in quanto farmaco molto efficace, che utilizza un principio attivo che, almeno negli studi più recenti, non ha mai dimostrato interazioni negative con la gravidanza.

Si tratta comunque di un farmaco che deve essere assunto sotto la supervisione del medico.

E durante l’allattamento?

Il principio attivo del Clenil, il Beclometasone, potrebbe essere passato al bambino durante l’allattamento. Si tratta però di quantità davvero minime, che non possono in alcun modo andare a causare problemi al bambino.

Anche in questo caso però vi consigliamo di consultarvi con il vostro medico per individuare eventuali criticità che possano essere messe in correlazione con l’allattamento e l’assunzione di Clenil.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons