Loading...

Si può viaggiare in treno durante la gravidanza?

treno gravidanzaViaggiare con il pancione non è esattamente una passeggiata. C’è la pancia, ci sono i soliti gonfiori agli arti, c’è l’impossibilità di sedersi comode, soprattutto se ci troviamo vicine alla data del parto.

Sul viaggiare in aereo ci siamo già spesi in dettaglio (leggi qui per una guida approfondita sul viaggiare con il pancione durante la gravidanza), ma che dire del treno? Si tratta di un mezzo adatto a chi sta affrontando una gravidanza? Oppure dobbiamo evitare e preferire altri tipi di mezzi? Vediamolo insieme.

Dipende ovviamente dal treno

I treni sono mezzi che possono avere diversi gradi di sollecitazioni. I treni di vecchia generazione, come i regionali, gli espressi e talvolta anche gli intercity più vecchi, tendono ad avere una quantità di sollecitazioni (e un’intensità delle stesse) maggiore. Si tratta dunque di scegliere innanzitutto un mezzo appropriato: anche se il prezzo dovesse essere sensibilmente più alto, è sicuramente consigliato scegliere mezzi più moderni, come ad esempio i treni Freccia, Italo oppure i “vecchi” Eurostar.

Sicuramente meglio dell’autobus

Il treno, soprattutto per le lunghe percorrenze, è sicuramente preferibile all’autobus. Si tratta infatti di un mezzo che offre in genere una posizione più comoda per la schiena (e dunque per il pancione), più spazio per le gambe e soprattutto servizi adeguati a prendersi cura anche di chi è incinta.

In aggiunta il personale di bordo, secondo le regole stesse che Trenitalia e Italo si sono imposti, è preparato anche ad offrire, presso la più vicina stazione, assistenza di tipo medico.

Se la gravidanza è a rischio, meglio parlarne con il ginecologo

Nel caso in cui si tratti però di una gravidanza a rischio, è sicuramente meglio parlarne prima con il ginecologo, indicando la tipologia di treno, la lunghezza del viaggio, il periodo durante cui questo avverrà.

Il treno è, in linea di massima, migliore dell’automobile, dell’aereo e dell’autobus. Meglio però sempre controllare il nostro stato di salute con l’aiuto del ginecologo, prima di imbarcarci in un’impresa del genere.

Soprattutto in estate, meglio essere organizzate e soprattutto avere il nullaosta del medico, l’unico in grado di accertare con esattezza il nostro stato di salute e la nostra idoneità al viaggio.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons