Loading...

Sindrome ADHD: tutto quello che c’è da sapere

adhdLa sigla ADHD è l’acronimo per deficit di attenzione e iperattività. Questo tipo di sindrome provoca molte difficoltà di concentrazione e causa un carattere molto più irrequieto e impulsivo. Le persone affette da ADHD mostrano tutte gli stessi sintomi, ovvero:

  • Difficoltà ad ascoltare le istruzioni;
  • Problemi nell’organizzazione;
  • Difficoltà a memorizzare nozioni;
  • Problemi di controllo del comportamento.

La sindrome si riscontra maggiormente nei maschi e meno nelle femmine. L’ADHD impedisce al corpo di produrre la corretta quantità di sostanze che regolano l’organizzazione dei pensieri. A causa della mancanza di queste sostanze, il cervello non riesce a lavorare normalmente.

Cause

L’ADHD, secondo gli studi odierni, è causata da:

  • Anomalie delle funzionalità e/o dell’anatomia del cervello;
  • Ereditarietà;
  • Fumo durante la gravidanza;
  • Consumo di alcol durante la gravidanza;
  • Uso di droghe in gravidanza;
  • Esposizione ad agenti tossici.

Sintomi

I pazienti possono dirsi affetti da ADHD solo se presentano almeno 6 dei sintomi qui riportati:

  • Difficoltà ad ascoltare le istruzioni;
  • Problemi nell’organizzazione;
  • Problemi di controllo del comportamento;
  • Difficoltà a memorizzare nozioni e istruzioni;
  • Impulsività nelle risposte;
  • Tendenza ad essere logorroico;
  • Difficoltà a star fermo;
  • Interrompe le persone;
  • Non riesce ad aspettare il proprio turno.

Un paziente soffre di ADHD se il comportamento:

  • Si ripete per oltre sei mesi;
  • Appare nelle situazioni più variegate;
  • Interferisce con la vita sociale.

Cura

L’ADHD si può curare con la terapia comportamentale e con appositi farmaci. I medicinali vanno dati al paziente prima dei pasti ogni giorno. Per evitare una così scrupolosa terapia, ci sono a disposizione anche farmaci a rilascio prolungato che vanno assunti solo al risveglio.

Il paziente deve sottoporsi a regolari controlli da uno specialista per capire se la cura stia funzionando correttamente. Cosa fare con una persona che soffre di ADHD?

  • Siate sempre affettuosi e comprensivi;
  • Abbiate sempre molta pazienza;
  • Stabilite orari improrogabili per le varie azioni quotidiane;
  • Cercate di capire quali siano le situazioni difficili per la persona e aiutatela;
  • Cercate momenti di pausa;
  • Aiutate la persona ad organizzarsi e a tenere alta l’autostima;
  • Informate scuole e luoghi maggiormente frequentati dal paziente.

Se vostro figlio soffre di ADHD non abbiate paura, questa sindrome può essere tranquillamente tenuta sotto controllo e curata nel tempo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons