Loading...

Sono incinta e devo andare spesso in bagno: perché?

Uno dei segnali tipici della gravidanza è lo stimolo frequente a fare pipì.

Tante donne, notando questo cambiamento, tendono a effettuare test di gravidanza scoprendo poi di essere incinte.

Questo sintomo può accompagnare la gestante fin dall’impianto dell’embrione e portarlo fino a termine della gravidanza.

Ma perché accade?

Cause principali

La frequente minzione, ovvero lo stimolo a fare pipì spesso, che compare sin dal principio della gravidanza, è causato principalmente dagli ormoni che vengono prodotti in grandi quantità e messi in circolo come il progesterone e l’ormone della gravidanza.

Questo spiega perché nei primi mesi lo stimolo risulti così frequente, ma come già detto ciò non si esaurisce qui.

L’aumento delle dimensioni dell’utero dato dalla crescita del bambino, provoca simultaneamente un spinta verso il basso dei muscoli della vescica e dell’uretra.

Questa pressione influisce sullo stimolo al fare pipì per il semplice fatto che la vescica non ha più spazio per poter espandersi, riducendo così la quantità di liquidi che essa può contenere.

Ecco spiegato il perché dopo pochi sorsi di acqua bisogna correre in bagno.

Come gestire questo bisogno

La gravidanza porta necessariamente al bisogno di maggiore idratazione. Questo per il benessere della mamma come del nascituro che riceve, grazie ad una adeguata idratazione, una giusta vascolarizzazione della placenta.

Dunque la quantità di liquidi da assumere risulta aumentata, mentre la capacità di trattenerli in vescica si riduce, e da qui che il bagno diventa un luogo da avere sempre vicino ovunque ci si trovi.

Molte volte però questo non risulta così facile, si può allora adottare degli accorgimenti per ridurre questo rischio?

Di certo, quello di diminuire la dose di liquidi da ingerire non è per nulla la soluzione giusta, anzi è totalmente controproducente!

Ciò che può aiutare, invece, è scegliere bene quando bere:

  • Farlo spesso durante il giorno e in situazioni di “comodità”, e meno prima di andare a letto per evitare continui risvegli;
  • Non bere bevande dalle proprietà diuretiche; non tutti sanno che il té e il caffè sono dotati di questa capacità;
  • Evitare di stare troppo in piedi; la pressione che l’utero svolge sulla parete pelvica aumenta stando in posizione eretta, meglio mettersi sedute o sdraiate quando si può.

Ma ricordatevi che se scappa, va fatta!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Mammaperfetta.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons